Blog di Flumeri.
Fai sentire la tua voce!

Se vuoi scrivere news, notizie, eventi, foto, video, contattaci

Terna annuncia: “Stiamo smantellando i vecchi elettrodotti”

Terna annuncia: “Stiamo smantellando i vecchi elettrodotti”
«Stiamo smantellando i vecchi elettrodotti nel Sannio e in Irpinia». L’annuncio arriva da Terna e prova a sgomberare il campo dalle polemiche delle scorse settimane. «Entrato in funzione il nuovo elettrodotto a 380 kV tra Foggia e Benevento – riferisce l’ufficio stampa della società che realizza le infrastrutture elettriche – Terna Rete Italia ha dato il via alle prime demolizioni delle vecchie linee esistenti nelle province di Avellino e Benevento. In questi giorni, in particolare, l’azienda sta procedendo allo smantellamento del vecchio elettrodotto esistente nei comuni di Montecalvo Irpino, Ariano Irpino, Greci, Celle San Vito, Castelfranco in Miscano, Paduli, Casalbore e Pietrelcina. Questa prima fase di razionalizzazione della rete elettrica dell’area, che prevede lo smantellamento complessivo di 67 chilometri di vecchie linee esistenti, di cui 32 in Campania, e di 157 tralicci, di cui 76 in Campania, si completerà entro l’autunno. Una volta entrata in funzione la stazione elettrica «Benevento III» sarà poi possibile procedere alla demolizione dei tratti rimanenti del vecchio elettrodotto, completando così il piano di razionalizzazione previsto dal progetto. Terna Rete Italia, con l’obiettivo di accelerare i tempi – prosegue l’azienda – ha già avviato le attività preliminari per la realizzazione dell’elettrodotto Benevento II – Benevento III che dovrà essere collegato alla nuova stazione rendendo definitivo l’assetto di rete. A quel punto il sistema elettrico dell’area sarà in sicurezza e sarà possibile quindi procedere al completamento delle demolizioni delle linee esistenti previste che complessivamente, tra Campania e Puglia, ammonteranno a oltre 100 chilometri di vecchie linee e più di 250 tralicci smantellati, con conseguente liberazione di oltre 150 ettari di terreno». – See more at: http://benevento.ottopagine.net/2014/08/09/terna-annuncia-stiamo-smantellando-i-vecchi-elettrodotti/?utm_source=twitterfeed&utm_medium=facebook#sthash.ogwTz1CD.dpuf

La santa messa sarà trasmessa in diretta domenica 10 agosto 2014 su Rai1 alle ore 10,50 dalla Chiesa Santa Maria Assunta in Flumeri (Avellino)

La santa messa sarà trasmessa in diretta domenica 10 agosto 2014 su Rai1 alle ore 10,50 dalla Chiesa Santa Maria Assunta in Flumeri (Avellino) .Regia di Ciro Sarnataro Commento liturgico di Orazio Coclite anche l’Angelus di Papa Francesco.


LINK VIDEO

Irisbus ora esplode la rabbia degli operai

Irisbus ora esplode la rabbia degli operai
l silenzio sulla vertenza Irisbus non piace ai lavoratori e al sindacato, che ieri mattina ha tenuto un incontro al centro sociale di Avellino per decidere le nuove forme di lotta nel tentativo di riaccendere i riflettori sullo stabilimento.
L’ultima spiaggia è il coinvolgimento di Matteo Renzi, con i parlamentari irpini che dovranno fare da tramite per l’incontro

Dossier Ato, rischio acqua per Solofra e Montoro

Dossier Ato, rischio acqua per Solofra e Montoro
alla seconda riunione della conferenza dei servizi, svoltasi ad Avellino il 30 luglio scorso emergono dati non confortantii sull’emergenza che aveva investito il comune di Montoro e di Solofra nel gennaio scorso determinata da un accertato inquinamento di alcuni pozzi nei due territori. E dal vertice, infatti, in cui erano presenti i rappresentanti dei due comuni, dell Ato Calore Irpino , dell’Asl , dell’Arpac, della Provincia, dell’Autorità di Bacino regionale della Campania Centrale e del dipartimento della Salute della regione Campania emerge non solo che la fonte inquinante della falda idrica è profonda ma che è è ancora attiva e potenzialmente rischia di migrare a valle. Questo è quanto si desume nelle relazioni dei due consulenti tecnici dell’ Ato Calore Irpino, l’ingegnere Carmine Montano e il chimico Maurizio Galasso, sull’ inquinamento della falda idrica profonda relativa agli episodi avvenuti ad inizio dell’anno scorso nei due comuni della Valle dell’Irno. L’incontro, è stato promosso alla Casa della Cultura Victor Hugo di Avellino, per l’ approvazione del Piano di messa in sicurezza di emergenza da attuarsi urgentemente con la realizzazione della barriera idraulica a salvaguardia della falda e l’acquedotto di surrogazione per alimentare le due comunità.
Ma, quello che maggiormente preoccupa dallo studio effettuato dal consulente tecnico dell’ Ato Calore Irpino,Montano è la necessità di interessare le istituzioni competenti sul rischio che la popolazione abbia già potuto subire danni dall’ inquinamento dell’ acqua potabile e l’ avvio di uno screening medico sulla popolazione residente nei due Comuni interessati dall ’emergenza idrica. Anche la relazione tecnica redatta dal consulente Galasso mette in rilievo dei dati precisi. E cioè che area di origine della contaminazione può essere localizzata nella zona del pozzo di via Consolazione a Solofra e che quindi è possibile individuarne la barriera idraulica di contenimento. Su queste osservazioni la messa in sicurezza per Galasso è attualmente del tutto giustificata, anzi il consulente sottolinea agli altri componenti l’urgenza di procedere alla messa in sicurezza di emergenza per preservare l’incolumità pubblica ed evitare l’ allargamento dell’ area di contaminazione. Dalla conferenza si evince non solo come questa questione ambientale sia seria, ma come la regione sottovaluti un problema per cui il commissario straordinario dell ‘Autorità di ambito Calore irpino ha definito di “pericolo evidente per la popolazione”.

Avellino, 3-0 ai greci del Paniliakos

Avellino, 3-0 ai greci del Paniliakos
inisce 3-0 l’amichevole tra Avellino e i greci del Paniliakos. Massimo Rastelli ha avuto modo di provare i suoi giocatori a poco meno di un mese all’inizio del campionato. Primo gol siglato da Castaldo grazie a un tap-in vincente, raddoppio firmato da Pisacane che di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo insacca di testa. Il tris è servito da capitan D’Angelo, anche fortunato nel trovare il gol. Una buona prova dei lupi che si avviano nel miglior modo possibile verso il duro torneo cadetto.

Cm Ufita, Famiglietti alla presidenza

Cm Ufita, Famiglietti alla presidenza
Il nuovo presidente della comunità montana dell’Ufita dovrebbe essere con ogni probabilità Carmine Famiglietti. La scorsa notte sarebbe stato chiuso l’accordo di territorio per dare una risposta concreta alle emergenze manifestate dalle singole comunità. Alla vice presidenza il sindaco di Greci, Donatella Martino. Assessori: il sindaco di Flumeri, Angelo Lanza, il consigliere Angelo di Rienzo di Frigento e il rappresentante di Vallesaccarda, Gerardo Pizzulo. All’intesa, che sembra sia stata anche formalizzata e sottoscritta da undici consiglieri montani, si è pervenuti grazie al fatto che è prevalso il senso della territorialità, anche in considerazione del nuovo sistema dei rifiuti, collegato alla realizzazione degli sts e degli sto, rispetto ai quali, oggi più di ieri, è necessario che i comuni siano rappresentati negli enti superiori a prescindere dall’appartenenza politica. L’intesa alla comunità montana dell’Ufita, infatti, non è stata condizionata in alcun modo da dato politico e già all’atto della proposizione dell’accordo è emersa la volontà di chiedere la partecipazione di tutti.

Anche l’Alta Irpinia si organizza: nasce Madre Terra

Anche l’Alta Irpinia si organizza: nasce Madre Terra
dal CORRIERE IRPINIA DEL 30 06 2014
FLUMERI – Si chiama “Madre Terra” l’associazione che nasce a Flumeri con lo scopo «di fare da osservatorio rispetto alla tutela dell’ambiente e valorizzare il territorio». A parlarci è il Presidente Giuseppe Guerriero. C’è uno Statuto, un Comitato direttivo e un gruppo di soci fondatori di 27 persone. Il vice presidente è Rossella Iacobucci e segretario tesoriere Giuseppe Lo Conte. Entrambi flumeresi. Tra i soci fondatori Ettore Iorillo e Gaetano Sinibaldo, sindaco di Flumeri dal ’98 al 2007. Il tutto si è formalizzato ufficialmente nei giorni successivi la sera del 15 giugno in cui presso la casa Ex Eca i cittadini di flumeri impegnati attivamente contro l’accumulatore energetico in Valle Ufita hanno organizzato un “assemblea pubblica per la costituzione di un’Associazione-Comitato”. L’ente non ha scopo di lucro, è apartitico, libero «cioè ci autotasseremo. Non chiederemo contributi. Ufficialmente ci presenteremo all’amministrazione comunale per cercare una forma di dialogo rispetto alla questione Terna e ad altre tematiche. Punteremo al territorio, alla salvaguardia paesaggistica. Faremo una sorta di sottocomitati, di gruppi, ognuno dei quali seguirà delle tematiche precise. Abbiamo contatti con altre associazioni che si occupano di questioni legate all’ ambiente, come “Non solo trekking” di Ariano Irpino. Tutto nasce dall’amo – re per la nostra terra», dichiara il Presidente. Molti dei componenti l’associazione si sono ritrovati insieme partendo dalla condivisione del proprio parere sfavorevole all’installazione delle batterie di accumulo energetico in Valle Ufita da parte della società Terna. Da settimane quello che sinora è stato soprannominato “comitato civico” si batte contro la realizzazione della Centrale facendosi interprete e portavoce di molta della popolazione locale che non si direbbe affatto concorde con l’avanzamento dei lavori nel territorio flumerese. Oggi il comitato si formalizza. Prende corpo in modo ufficiale e definisce bene la propria natura, la propria mission partendo da un nome, “Madre Terra” appunto, e dalla definizione delle finalità volte ad intraprendere iniziative, a vigilare, segnalare tutto quanto rappresenta una minaccia per il paesaggio e la salubrità del territorio. Sempre in riferimento alla società Terna il Presidente Guerriero ci ribadisce la contrarietà rispetto alla localizzazione dei cantieri soprattutto perché «troppo vicini ad abitazioni civili». Sottolinea inoltre che nello statuto è riportato che «non può far parte dell’Associazione chi ricopre cariche comunali o sovra comunali e chi volesse entrare in politica è tenuto a dimettersi dall’ente». Ettore Iorillo, ci riferisce che una delle prime iniziative che porrà in atto Madre Terra sarà «un presidio proprio in Valle Ufita magari con una tenda per sensibilizzare la comunità sui rischi che sono tutti concentrati lì. Aspettiamo comunque l’esito del ricorso avanzato dall’amministrazione comunale e le risposte dei vari enti informati e contattati nei mesi scorsi», cui è stata chiesta attenzione, sostegno, e sensibilità.
Annamaria Di Paola

Dal Ciriaco
«Il dibattito politico a Flumeri ha rappresentato in passato un fiore all’occhiello dell’intero
comprensorio e gli incontri un momento di dialettica politica stimolante per le diverse comunità
viciniori.
Purtroppo da un po’ di tempo assistiamo ad esternazioni improvvisate, superficiali e di parte che
non hanno niente a che vedere con un confronto costruttivo, volto al bene comune.
L’Amministrazione comunale di Flumeri non conosce la parola umiltà e ogni intervento pubblico,
soprattutto del Sindaco, fa emergere un concetto della politica poco rassicurante. Qualche
esempio può meglio chiarire il concetto. Il caso Terna è illuminante!. Il Sindaco appone la sua
firma di consenso all’iniziativa presso il MISE nel lontano luglio 2013. A dicembre dello stesso anno
organizza una seduta pubblica per illustrare, supportato dai responsabili della società Terna, la bontà dell’installazione degli accumulatori di
energia, affermando che l’Amministrazione non può che essere favorevole al progresso.
Una tale affermazione fa emergere la mancanza di una visione d’insieme per lo sviluppo del nostro territorio tanto è vero che non riescono a portare
in Consiglio comunale il progetto del PUC (Piano Urbanistico Comunale) che pure la precedente amministrazione aveva già messo in cantiere. Il
PUC è una cosa seria e presuppone, per la sua importanza strategica, la condivisione di alcuni passaggi con i territori limitrofi. Ma la politica
dell’isolamento è un’altra caratteristica di questa amministrazione: uscire dall’Unione dei comuni per sottrarsi al confronto e alla cooperazione.
Anche l’accettazione del progetto Terna avrebbe significato coinvolgere gli altri comuni afferenti all’Unione, i quali non hanno mai nascosto la loro
avversione all’iniziativa. Quindi meglio rimanere da soli e gestire le cose a modo proprio.
Meno male che il Sindaco afferma che il suo ruolo comporta grandi responsabilità e non può agire semplicemente in risposta alle perplessità di
alcuni cittadini ma deve, suppongo, salvaguardare il benessere e la salute di tutta la comunità. Tutto il contrario di quello che ha fatto. Ha
consegnato il territorio di Flumeri, con ricadute negative anche sui territori limitrofi, ad una società che sulla carta ha presentato un progetto che
sembra localizzato nel deserto mentre noi tutti sappiamo che la Valle dell’Ufita, oltre alle attività produttive, è densamente abitata e ha una
vocazione di sviluppo eccezionale. Purtroppo il Sindaco, a mezzo stampa, si avventa sul malcapitato che ha l’ardire di far sentire la propria voce in difesa del proprio territorio, tacciandolo di fare disinformazione. Chiama in causa non solo il popolo, che ha tradito, ma anche la divinità con cui
deve avere un rapporto privilegiato.
La tragedia degli accumulatori che la società Terna sta alacremente installando sul nostro territorio è solo la punta di un iceberg che
ha alla base un’idea della politica non votata al servizio del cittadino ma all’imposizione della propria volontà scaturita da una
mancanza di idee progettuali.
Chi o cosa poteva fare la differenza in una situazione così preoccupante? Sicuramente la politica, quella con la lettera maiuscola, quella che guida i
processi e si accolla la responsabilità di parlare chiaro senza farsi intimidire dall’arroganza sistematica del potere. Invece ci dobbiamo sorbire la
posizione altalenante del segretario del PD locale (segretario di 17 iscritti!) che oggi ha anche l’ardire di dare lezioni di democrazia e di
buon senso dopo aver appoggiato questa Amministrazione uscendo di fatto dall’allora PD ritenendo che la posizione di una sparuta minoranza
fosse maggiore e più importante della stragrande maggioranza del partito. Poi si meraviglia che i rappresentanti della politica provinciale
non la ritengono interlocutore valido; meno male! Sta di fatto che ha appoggiato fin dall’inizio l’insediamento di questa bomba ad orologeria
(progetto sperimentale con criticità molto pericolose per la vita dei cittadini) affermando la bontà dell’utilizzo dell’energia alternativa. Sta di fatto che
ancora una volta contribuisce a confondere le acque!
Gli accumulatori di energia che la società Terna sta installando nella nostra ridente vallata non ha niente a che fare con la produzione di energia
pulita, ma serve solo ad immagazzinare l’energia prodotta dalle pale eoliche in luoghi anche lontani dal nostro territorio con l’aggravante, quindi,
che è necessario un ulteriore scempio di questo territorio per il conseguente attraversamento dei tralicci necessari per trasportarne l’energia. Certe
ambiguità non sono più sopportabili.
Mi appello alla stragrande maggioranza della popolazione che aveva fiducia in questa Amministrazione rimanendone profondamente delusa per
riaprire un confronto politico che recuperi il senso morale del proprio impegno e pone le condizioni per uno sviluppo economico, sociale e culturale
del territorio. Appartenere ad un progetto politico significa fare proprio i valori e le priorità di quello schieramento e lavorare per metterli in pratica.
Ad una mia interpellanza consiliare sulla propria vocazione politica, il Sindaco risponde che guida un’amministrazione civica e, per mantenere gli
equilibri non può evidenziare la propria sensibilità politica. Ecco quindi spiegato la mancanza di un progetto politico che abbia orizzonti vasti e crei le
premesse di una speranza per la nostra intera comunità».
Impianto Terna. Di Cicilia: abbassare i toni e scegliere insieme
dal CIRIACO
«Abbassiamo i toni». È l’appello che la segretaria Circolo PD di Flumeri, Marisa Di Cicilia, rivolge
all’amministrazione comunale guidata da Angelo Lanza e all’associazione Madre Terra. La
realizzazione dell’impianto di accumulazione energetica della Terna Storage ha vissuto diverse
tappe: l’ultima è stata la costituzione di un movimento di cittadini a difesa dell’area interessata dal
progetto e dall’altro gli amministratori che in ultima battuta sulla stampa locale hanno dichiarato «di
registrare un’insensata opposizione da parte di chi si dice paladino dell’ambiente e semina invece
solo rancore». Il dibattito è dunque scivolato nella polemica. La referente del Pd flumerese cerca
di porre un freno alla diatriba: «personalmente sono tra quelli che pensano che ci possa essere, in
un territorio, sia agricoltura di qualità sia industria a patto che si rispettino leggi e normative che in
Italia esistono. Se si guarda agli incentivi 2014-2020 si può capire l’importanza che l’Europa
attribuisce alle fonti rinnovabili e proprio in agricoltura incentiva soluzioni e progetti volti al
risparmio energetico e alla tutela ambientale mettendo a disposizione milioni di euro. Detto ciò pero il problema a mio avviso è un altro: quello che
non funziona è come sostenere progetti nuovi e far capire che non c’è pericolo se le norme vengono rispettate. Manca un passaggio, una politica di
programmazione con le società, in questo caso Terna, e la Regione che – in base alle informazioni in mio possesso – non ha approvato un piano
energetico per definire come, dove e le tipologie più adatte nel rispetto dei territori per poter produrre, accumulare e contribuire al proprio
fabbisogno energetico e per quello della nazione».
Marisa Di Cicilia evidenzia una confusione nel passaggio delle informazioni tanto che «quello che i cittadini percepiscono è solo un interesse
economico delle società». Eppure, la segretaria democratica cerca di essere più chiara possibile nel rivolgersi agli esponenti della casa comunale:
«Il Sindaco e gli amministratori hanno commesso un errore di superficialità iniziale, è palese. Io ed altri amici ed elettori di questa lista, quando
abbiamo saputo dopo il consiglio comunale di giugno 2013, di questo progetto, alla luce anche di un’esperienza amministrativa, avevamo
consigliato di fare subito una riunione allargata. Si è preferito di non dar seguito al consiglio perché si era convinti della strada intrapresa. Bene –
accentua la segretaria – loro amministrano ed io faccio politica, sono cose diverse anche se complementari e differenti sono le competenze e le
responsabilità in merito. Capisco anche che molti amministratori non avendo mai fatto politica, tranne l’assessore Del Sordo, che invece è stato
segretario del PD e tuttora iscritto, si fanno prendere dal nervosismo e cadono in errore lasciandosi andare ad affermazioni offensive di carattere personale ma sono certa che una riflessione maggiore non avrebbe determinato tale toni. Vorrei infine dire al sindaco Angelo Lanza – termina
Marisa Di Cicilia – che le associazioni fanno politica, dice il falso chi sostiene il contrario e chi pensa che la politica sia impegnarsi solo per
perseguire fini personali, la politica è interessarsi alle tematiche di una collettività e guidare processi di cambiamento. Quando i cittadini
si uniscono fanno questo: incalzano! Lo fanno con il sindaco, con i diversi amministratori e anche e sopratutto con i partiti. È il modo giusto per
crescere, per ampliare il dibattito e per progredire sia individualmente sia come collettività».

Ambiente, dalla Regione fondi per I comuni irpini

Ambiente, dalla Regione fondi per I comuni irpini
Via libera dall’assessorato regionale all’Ambiente, guidato da Giovanni Romano, a nuovi decreti che stanziano altri 20 milioni di euro per i comuni della Campania in merito agli interventi nell’ambito del ciclo integrato delle acque, finanziati con l’accelerazione della spesa. In Irpinia sono due i comuni destinatari dei fondi: Atripalda per ristrutturazione e completamento della rete idrica nelle zone rurali, € 2.777.391,37 e Guardia dei Lombardi (Av), per la rimozione dei prefabbricati post terremoto, € 950.000,00.
“Prosegue il concreto interesse della Regione per la salvaguardia dell’ambiente, una sfida che si vince grazie alla sinergia con tutti i soggetti interessati” dichiara l’assessore Giovanni Romano, che aggiunge: “E’ uno sforzo finanziario reso possibile dal programma di impiego delle risorse comunitarie voluto dal presidente Caldoro e finalizzato a risolvere i problemi dei tanti piccoli comuni della nostra Regione”.

La Giunta Caldoro ha provveduto a stanziare altri fondi a favore di alcuni comuni per interventi nell’ambito del ciclo integrato delle acque. Questi i Comuni destinatari dei fondi: Carife Lavori di completamento e razionalizzazione della rete fognaria comunale e adeguamento all’impianto di depurazione, primo lotto per 1 milione e 600 mila euro; Gesualdo Fognatura versante Ufita località Torre dei Monaci per un importo di 1 milione e 118 mila euro; Roccabascerana Completamento e rifunzionalizzazione del sistema fognario comunale per un importo di 3 milioni e 575 mila.

intervento urgente per il ripristino della funzionalità idraulica degli inghiottitoi naturali siti alla frazione Celzi e delle vasche di espansione a monte del centro abitato del Comune di Forino (AV) – Genio Civile di Avellino € 862.000,00
- Lavori di urgenza per il ripristino della sezione idrica di deflusso del torrente “La Scafa” – località Calaggio – Comune di Lacedonia (AV) € 561.200,00
- Lavori urgenti per il ripristino della funzionalità idraulica del vallone “Fosso Carbonara delle Toppole”- Comune di Santo Stefano del Sole (AV) € 1.444.000,00

DOMENICA 15 GIUGNO ORE 19 PRESSO LA EX-ECA DI FLUMERI ASSEMBLEA DEI COMITATI IN DIFESA DEL TERRITORIO

DOMENICA 15 GIUGNO ORE 19 PRESSO LA EX-ECA DI FLUMERI ASSEMBLEA DEI COMITATI IN DIFESA DEL TERRITORIO

Ballottaggi: Gambacorta sindaco ad Ariano, Bianchino a Montoro

Ballottaggi: Gambacorta sindaco ad Ariano, Bianchino a Montoro
Vincono i due candidati che avevano già staccato gli avversari al primo turno

Il nuovo Sindaco di Ariano Irpino è Mimmo Gambacorta, vicecoordinatore regionale di Forza Italia. Il turno di ballottaggio dell’8 giugno 2014 ad Ariano Irpino si conclude con l’attestazione di Mimmo Gambacorta con 1069 voti di scarto sul candidato Michele Caso, del Nuovo centro destra che aveva anche l’appoggio del Pd. Gambacorta ha ottenuto 6.726 voti pari al 54,32 per cento, mentre Caso ha ottenuto 5.657 voti pari al 45,68 per cento. A Montoro prevale Mario Bianchino del centrosinistra che ha battuto Carratù esponente del Pd che aveva stretto una alleanza con le civiche di centro destra
Risultati elezioni comunali 2014

Lista Uniti per Castello
412 voti
(45,78 %)
SINDACO
Felice Martone
? Montalbetti Fabio 93
? Famiglietti Carmine 80
? Capobianco Michele 48
? Romano Giovanna 48
? Russo Antonio 36
? Colella Giovanna 33
? Addesa Sonia 27
? Rago Giuseppe 12
? De Feo Maria 9
Castelbaronia Bene Comune
329 voti
(36,56 %)
Candidato sindaco
Carmine Cogliano
? Reale Patrizia 86
? Mistretta Eugenio 59
? Brancato Giovanni Mario 48
? Puopolo Rocco 39
? Maiullo Francesco 32
? Melchionna Pasquale Enrico 27
? Cerullo Giuseppe 23
Lista Liberamente
159 voti
(17,67 %)
Candidato sindaco
Costantino Giuseppe
? Mazzeo Enzo 53
? Coppola Felicita 24
? Corlito Ivan 22
? Costantino Teresa 17
? De Filippo Raffaele 13
? Primavera Tommaso 9
? Montoro Giovanni 7

Il nuovo sindaco di Grottaminarda è il Dirigente scolastico Angelo Cobino della lista il Gallo con 2181 voti ed 8 consiglieri . A seguire la lista Grotta nel Cuore guidata da Giovanni Romano con 1922 voti e 3 consiglieri, Il Sole di Maurizio Landi con 1151 voti , Grotta Alternativa guidata da Luigi La Manna con 400 voti . Chiude Marcello Graziosi con “Azione Civile” e 27 voti
SEGGI alla LISTA : 8 GALLO – CONCRETI LIBERI
FORTI ELETTO/A SINDACO COBINO ANGELO
COMUNE CON DOPPIA
PREFERENZA (preferenza
di genere).
Voti riportati dal
SINDACO/LISTA : 2.181 Aggiornamento
preferenze del 26/05/2014 ore 20.57.14
n° Cognome e Nome Candidato
a Consigliere
Eletto
Consigliere
Voti di Preferenza riportati per tutte le sezioni del Comune (sort) – Grafico
a Barra e %ottenuta
Cifra
Individuale
1 Meninno Antonella 406 13,16% 2.587
2 Lanza Lucio 389 12,61% 2.570
3 Pascucci Virginia 332 10,76% 2.513
4 Spera Marcantonio 331 10,73% 2.512
5 Cappuccio Michele 304 9,85% 2.485
6 Cappuccio Maria Rosaria 226 7,33% 2.407
7 Basile Rosalba 215 6,97% 2.396
8 De Luca Jordy 210 6,81% 2.391
9 Terrazzano Giovanni Antonio 198 6,42% 2.379
10 Romano Antonio 172 5,58% 2.353
11 Solomita Giuseppe Vincenzo 161 5,22% 2.342
12 De Luca Rocco 141 4,57% 2.322
TOTALE 3.085 TOTALE 29.257
- Il/La Candidato/a risulterebbe essere stato/a eletto/a alla carica di Consigliere

Gambacorta Sindaco

Voti: 2654 (36,4 %)
Ariano di Tutti
? Ciano Marco
? De Pasquale Pamela
? Grasso Maristella
? Grasso Vincenza D.
? Iacobaccio Marilena
? Manganiello Mario
? Marinelli Maria Grazia
? Mincolelli Stefano
? Paglialonga Enzo
? Pagliaro Raimondo
? Perrino Virgilio
? Picariello Mario
? Puorro Federico
? Vitillo Erika
Forza Italia
? Abbatangelo Francesco
? Albanese Lisena
? De Gruttola Raffaella
? De Michele Giuseppe
? De Miranda Elena
? Giarnese Giancarlo
? Grasso Raffaele
? Li Pizzi Stefania
? Mazza Emerico Maria
? Melito Carmine
? Nisco Claudio
? Pannese Sara
? Puopolo Giovannantonio
? Scauzillo Gabriele
? Sebastiano Cinzia
? Tiso Daniele
Insieme per Ariano
? Affidato Bebora
? Belluoccio Tiziana
? Buosciolo Carlo
? Cardinale Leonarda
? Cicchella Sabrina
? Cusano Antonella
? Di Gregorio Giancarlo
? Grasso Gianfranco
? Graziano Carmela
? Lepore Claudio
? Lo Conte Francesco
? Luspa Roberta
? Monaco Michele
? Petrillo Gianfranco
? Russo Mariella
? Zerella Elena
Per Ariano
? Baviello Luciano
? Cancelliere Gerardo
? Chianca Giovanna
? Corsano Giuseppe
? De Gruttola Deborah
? Della Croce Antonio
? Gambacorta Filomena
? Li Pizzi Raffaele
? Marinaccio Carmelo
? Memoli Arianna
? Memoli Loredana
? Pelosi Andrea
? Romolo Vincenzo
? Russo Luigi
? Savino Patrizia
? Vancheri Luca

Caso Sindaco

Voti: 1604 (22 %)
Autonomia Sud – Uniti per Cambiare
? Altavilla Angela
? Cardinale Carmine
? De Gruttola Antonio
? De Gruttola Costanza
? Franco Immacolata
? Giobbe Alba Annalisa
? Govetto Claudia
? Lo Conte Marco
? Maggio Giuseppe
? Masuccio Silvana
? Mattia Tiziana
? Oliva Angelo
? Pannese Alberto
? Panza Gianni
? Scarpellino Antonio
? Scrima Roberto
Caso Sindaco
? Altobelli Giusy
? Cardinale Dino
? Cellesi Ottavia
? Cocca Armando
? De Pasquale Benvenuto
? Ferraro Luca
? Gambacorta Nicola
? Giorgione Luciano
? Grasso Carmine
? Martucci Carmen
? Masuccio Giuseppe
? Memoli Antonio
? Molinario Gennarina
? Roberto Carmela
? Savino Luca
? Serluca Rossella
L’orologio – Autonomia e Libertà
? Abruzzese Fernando
? Avella Arianna
? Biondi Alessandro
? D’Amato Manfredio
? D’antuono Ottaviano
? De Gruttola Generoso
? Di Gregorio Natascia
? Grasso Antonella
? Grasso Mario
? Iuspa Delfina
? Lo Conte Antonio
? Paone Giuseppe
? Popa Maria
? Puopolo Angelo
? Ruggiero Carmine
? Serafino Luigi
Nuovo Centro Destra Alfano
? Auciello Pasqualina
? Benigni Giovanni
? Bongo Debora
? Caraglia Daniele
? Cardinale Davide
? Dentato Maria G.
? Di Lillo Mario
? Dotolo Antonietta
? Grasso Carmela
? La Carità Marco
? Lo Calzo Antonietta
? Melito Matteo
? Pacillo Carlo
? Paradiso Samantha
? Perna Luigi
? Pierro Roberto

Lavita Sindaco

Voti: 1278 (17,53 %)
Ariano Bene Comune
? Barbieri Carmelo
? Bozza Anna Lisa
? Cicchella Giovanni
? Clericuzio Giuseppe
? Corsano Antonia
? De Maio Antonio
? Di Furia Lorenzo Boris
? Giorgione Luciano
? Grande Rossella
? Grasso Giuseppina
? Iannarone Livio
? Mincolelli Emanuela
? Molinario Vincenzina
? Pietrolà Giovanna E.
? Procopio Fabrizio
? Rossetti Catia
CentroSinistra del Cambiamento
? Caccese Antonietta
? Cardinale Andrea
? Corsano Antonio
? Corsano Domenico
? Covotta Luigi
? Del Vecchio Vincenzo
? Franzese Nicola
? Iacobacci Angelo
? Mastandrea Floriana
? Melito Maria Teresa
? Monaco Giuseppe
? Ninfadoro Antonio
? Ortu Daniela
? Perna Aldo
? Pisapia Rosamaria
? Silano Alberto

Ciasullo Sindaco

Voti: 706 (9,68 %)
Svolta popolare
? Albanese Stefano
? Alterio Maria Giovanna
? Caraglia Nicoletta
? Cervolo Marianna
? Ciccarelli Maria Teresa
? Cicchella Carmelo
? Di Furia Vincenzo
? Florenzano Giuseppina
? Gambacorta Fabio
? Giardino Carlo
? Manganiello Alessandro
? Monaco Mario
? Pernacchia Remo
? Renzulli Ottone
? Tortorella Oto Nicola
? Vitillo Liberato
Rinnovamento Popolare
? Albanese Claudio
? Bruno Simona
? Caraglia Marco
? Cardinale Claudia
? Castagnozzi Alessio
? Cerino Marco
? Ciccone Donatella
? De Donato Roberto
? De Gruttola Mario
? Errico Beatrice
? Grasso Rosa
? Lepore Antonio
? Miano Raffaele
? Savino Matteo
? Schiavone Generoso
? Vara Angelina

Santosuosso Sindaco

Voti: 576 (7,9 %)
Arianocambia Pro Civitate
? Ardente Cinzia
? Ciasullo Luigi
? Ciasullo Rosaria
? Di Pasquale Roberto
? Ercolino Antonio
? Grasso Maria Teresa
? Guardabascio Giuseppe
? Iannaccone Antonio
? Lo Conte Manuelita
? Manganiello Guido
? Moschella Dino
? Paduano Antonella
? Panza Francesco
? Prebenna Nicola
? Puopolo Angelo
? Santosuosso Amalio

Riccio Sindaco

Voti: 474 (6,5 %)
PD-PSI Democratici e Socialisti
? Carchia Domenico
? Cardinale Gerardo
? Cardinale Roberto
? Grasso Jessica
? Grazioso Nadia
? La Luna Costantino
? Masciola Irene
? Melito Massimo
? Moscatelli Pasquale
? Pannese Luca
? Pastore Raimondo
? Rainone Giuseppe
? Rubino Carla
? Scaperrotta Lidia
? Tarantino Veronica

Patto per Mirabella
2388 voti
(48,81 %)
SINDACO
Francescantonio Capone

? Giancarlo Ruggiero 522
? Agnese Vietri 454
? Gerardo Sirignano 370
? Goffredo Petruolo 349
? Tommaso Moscato 346
? Raffaella Rita D’Ambrosio 343
? Nadia Santamaria 330
? Giovanni Rossetti 296
? Daniela Losanno 263
? Gerardo Picariello 248
? Rosa Porciello 212
? Laura Guarino 158
Bene Comune per Mirabella
2123 voti
(43,4 %)
Candidato sindaco
Antonio Sirignano

? Rossella Gargano 598
? Oreste Cirillo 401
? Paola Guarino 390
? Luigia De Luca 382
? Paolo Guarino 345
? Massimo Ianniciello 272
? Emilio Caggiano 250
? Mario Russo 228
? Angela Di Pietro 118
? Attilio Martiniello 118
La grande tirata
196 voti
(4,01 %)
Candidato sindaco
Edmondo Pugliese

? Angelo Porciello 40
? Sandra De Stefano 26
? Daniela Grieci 25
? Antonio Vitagliano 23
? Fernando Barbieri 17
? Antonia De Simone 12
? Carlo Di Pietro 7
? Giuseppe De Simone 7
? Claudia Marin 6
? Pasquale D’Ambrosio 4
? Elisabetta Dello Iacono 2
? Gerardo Cappuccio 2

________________________________________
Alternativa per Mirabella
185 voti
(3,78 %)
Candidato sindaco
Vincenzo Imbriano

? Clorinda De Feo 77
? Antonio Sorrentino 35
? Francesco Sirignano 23
? Giovanni Ettore Caso 22
? Pino Moscaritolo 22
? Valeria Zullo 16
? Giacomo Minichiello 14
? Armando Fioretti 8
? Anna Martone 5
? Saverio Bifaro

Lista Aquilone
312 voti
(54,93 %)
SINDACO
Francesco Colella
? Puopolo Raffaele 63
? Puopolo Sabrina 47
? Buccio Gabriella 42
? Pace Mario 36
? Palese Elisa 30
? Raffaele Michele 30
? Perlingieri Patrizia 19
? Giuggio Luigi 17
? De Cristofaro Generoso 10
? Palmisano Ugo 9
Il mulino
256 voti
(45,07 %)
Candidato sindaco
Gesa Felice
? Capodilupo Gerardo 56
? Cappa Antonio 40
? Iacoviello Angeloantonio 35
? Sciaraffa Rocco 23
? Buccio Pasquale 20
? Giorgione Alberto Michele 20
? Savino Rosario 20
? Capobianco Daniele 12
? Buccio Renato 11
? Gesa Michele Antonio 7

Montecalvo Democratica
1397 voti
(51,88 %)
SINDACO
Mirko Iorillo
? Carlo Pizzillo 202
? Francesco Pepe 186
? Giuseppe De Cillis 126
? Antonio Suglia 117
? Franco Aramini 95
? Igino Fierro 94
? Maria Rosaria Cardillo 75
? Pamela Cavotta 71
? Mario Giangregorio 65
? Francesco Gelormini 55
? Antonio D’Addona 26
? Armando D’Addona 26
Lista Unione Popolare
1296 voti
(48,12 %)
Candidato sindaco
Alessio Lazazzera
? Antonio Russolillo 201
? Ercole Siciliano 135
? Giovanni Iorio 132
? Domenico Manzelli 98
? Domenico Mobilia 97
? Franchino Fioravanti 96
? Rossella Lanza 91
? Ciriaco Puopolo 84
? Albino Caccese 82
? Felicia Pappano 67
? Gloria Albanese 65
? Antonio Panarese 47

A Bisaccia Marcello Arminio è il nuovo sindaco battendo l’uscente Salvatore Frullone e Davide Tirelli. A Venticano svetta Luigi De Nisco sulla rivale Giovanna Petriello.

A Paternopoli è stato eletto sindaco Giuseppe Forgione (Lista Civica Rinascita) con 902 voti.

Il suo contendente Felice Di Rienzo (Lista Civica uniti per Paternopoli) ha ottenuto 819 preferenze

A Sturno hanno votato 2145 elettori, confermato sindaco Aurelio Cangero che ha riportato 1084 voti con la “Lista del Sole” . Lo sfidante Tancredi Di Cecilia con la lista “Sturno e’ Tua” ha conseguito 1038 voti.
Nusco, De Mita senza rivali: vittoria schiacciante

La vittoria della lista Unione di Centro guidata dal ex Presidente Ciriaco De Mita è stata schiacciante. Anche se i dati ancora non sono ufficiali parliamo di 2156 contro 631 della lista numero 2 Nusco Futura capeggiata dall’ingegnere Rosanna Secchiano.

A Candida Fausto Picone batte Tiziana Vitagliano. A Paternopoli primeggia Giuseppe Forgione contro Felice De Rienzo.A Chiusano Carmine De Angelis vince contro l’ uscente Antonio Reppucci.A Cassano infine Salvatore Vecchia si conferma sindaco con un grande scarto di voti sul rivale Bartolomeo Pasquale

ALTAVILLA IRPINA
Il nuovo sindaco di Altavilla Irpina è Mario Vanni. Ha ottenuto il 72,82% dei consensi (1.889 voti). Filomena Sole si è fermata al 24,79% (643 voti), mentre Anna Maria Tartaglia ha ricevuto soltanto il 2,39% delle preferenze (62 voti)

ZUNGOLI – E’ Paolo Caruso il nuovo sindaco di Zungoli. Il candidato appoggiato dalla lista “Per Zungoli 2014″ ha raccolto il 56,23% dei consensi (474 voti). Allo sfidante, Armando Zevola, vanno 369 voti (43,77%).

SAVIGNANO IRPINO – E’ Fabio Della Marra Scarpone il nuovo sindaco di Savignano Irpino. Il candidato appoggiato dalla lista “Noi per Savignano” ha avuto il 54,72% dei consensi (452 voti). Allo sfidante, Oreste Ciasullo, vanno 374 voti (45,28%)

Carife, Di Giorgio nuovo primo cittadino
LISTA PER CARIFE

Candidato sindaco: Maria Eugenia Capobianco 45,06% 479 voti
candidati consigliere:
Francesco Addesa
Antonio Clemente
Raffaele Crincoli
Angelo Mario D’Ambrosio
Laura De Iesu
Francesco Pelullo
Renato Petralia
Salvartore Vincenzo
Giuseppe Santoro
Camilla Sciaraffa

IL CAMPANILE
Candidato sindaco: Carmine Di Giorgio 54,94% 584 voti
candidati consiglieri:
Michela Antonia Carifano
Giuseppe Di Ianni
Vincenzo Famiglietti
Teresa Infante
Luigi Innamorato
Antonio Lodise
Raffaele Loffa
Antonio Manci
Emma Orlando
Francesco Ruspa

Andretta senza sindaco: al voto solo il 40%
Giuseppe Guglielmo non supera il quorum e il Comune di Andretta resta senza sindaco. Nel comune dell’Alta Irpinia era presente solo una lista, dopo che quella del sindaco uscente Caruso era stata eliminata per mancanza di documentazione. L’affluenza si attesta al 39,42% e arriverà il commissario prefettizio. Per essere valido, l’affluenza doveva superare la soglia del 50%

LA SVOLTA

Candidato sindaco: Giuseppe Guglielmo 100% 992 voti. quorum non raggiunto
Giuseppe Di Guglielmo
Romano Strazza
Fabrizio Todisco
Michele Miele
Angela Tenore
Michele Guglielmo
Pasquale Salvo
Adriano Pennetta
Maria Angela Acocella
Pasquale Guglielmo

Torrioni, Donnarumma stravince: 93% dei voti
TORRE

Candidato sindaco: Virgilio Donnarumma 93% 239 voti
Genoeffa Centrella
Vincenzo Lepore
Angelo Donnarumma
Massimo Oliviero
Angela Reia
Antonio Lepore
Pellegrino Zarrella
BILANCIA

Candidato sindaco: Simone Mangiapolo 7% 18 voti
Amalia Francipane
Roberta Scibelli
Samanta Sarro
Felice De Falco
Francesca Tropeano
Giuseppina Pernicola
Annunziata Donnarumma

Parolise, vittoria bulgara per Morallo
LA NOSTRA FORZA

Candidato sindaco: Angelo Morallo 93,57% 364 voti
Mauro Caruso
Ermelindo De Lauri
Michele De Lauri
Antonio Ferullo
Michela Mauriello
Anna Pagliuca
Roberto Raffaele Rocco
Gerardo Sarno
Giuseppe Antonio Sarno
INSIEME PER PAROLISE
CANDIDATO SINDACO DE MARCO GIANLUCA 6,43 25 voti

Tufo, Donnarumma nuovo primo cittadino per 7 voti
LIBERI – AVANTI CON IMPEGNO

Candidato sindaco: Rocco Buonomo 49,48% 330 voti
Ilario Nicoloro
Antonio Oliviero
Annarita Oliviero
Gerardo Perone
Espedito D’Amore
Filomena Sorbillo
Elvira Ferrara
Ferrante Di Somma
Carmine Galasso
TUFO BENE COMUNE

Candidato sindaco: Nunzio Donnarumma 50,52% 337 voti
Antonella Fabrizio
Fabio Fortunato Ciampi
Angelo Carpenito
Ennio Bellarosa
Domenico Di Lorenzo
Alessio Luciano
Diego Dato
Michele Di Vito
Giovanni Zerola
Giovanni De Guglielmo

Superato il quorum del 50% a Montaguto: Iovino è il nuovo sindaco.

LAVORIAMO INSIEME PER MONTAGUTO

Candidato sindaco: Vincenzo Germano Iovino 93,45%
Candidato consiglieri:
Orazio Anzivino
Anna Bruno
Leonardo Bruno
Fedele D’Alessandro
Carmine Frisoli
Michela Palermiti
Michele Pilla
Giuseppe Roberto
Katy Sciarappa
Rosa Vocale


Bando COOPSTARTUP PUGLIA 2014 per start up d’impresa cooperativa

Un’opportunità per i giovani pugliesi che hanno un sogno d’impresa. Si chiama “Coopstartup Puglia” ed è il progetto di Legacoop Puglia..

Galatina

"Non bruciamo il futuro" - incontro con Rossano Ercolini e tavola rotonda su Rifiuti nella Bassa Val di Cecina

Giovedì 4 settembre si svolgerà dalle 17,30 alle 18,30 presso il circolo culturale Il Fitto di Cecina..

Albairate

Dal Vangelo di Gesù!! se vuoi essere perfetto...

Mt.19\16,22 Mc.10\17,22 Lc,18\18,23 Mentre si metteva in cammino gli corse incontro uno il quale , inginochiandosi davanti a Lui, gli domando :..

Pieve Porto Morone

#siamoqui

Siamo qui più che mai ad osservare gli “ Scemi del villaggio non divenuti mai famosi”. Quelli che ossequiano a destra e a manca per condividere l’autoreferenzialità della stupidità paesanotta. Siamo..

Cetona

Dopo i cinque compleanni (di tutti i colori) del nostro Blog Urbano di Pieve Emanuele

Giunti quasi al termine di questo piovoso Agosto 2013, il nostro/vostro Blog Urbano di Pieve Emanuele (

Pieve Emanuele

Somma Vesuviana: Gran galà del baccalà

Comunicato stampa. Somma Vesuviana. Dal 26 al 28 settembre il gran galà del baccalà. Tra i partner dell'evento la Proloco Somma..

Somma Vesuviana

Murlo : Raccolta rifiuti ed isole ecologiche

Riceviamo e pubblichiamo Gruppo Consiliare Murlo Cambia Oggetto: raccolta rifiuti ed isole ecologiche di Vescovado e Casciano di Murlo COMUNICATO STAMPA con preghiera di pubblicazione A seguito del Comunicato della Amministrazione Comunale di Murlo del..

Murlo

Terna annuncia: “Stiamo smantellando i vecchi elettrodotti”

Terna annuncia: “Stiamo smantellando i vecchi elettrodotti” «Stiamo smantellando i vecchi elettrodotti nel Sannio e in Irpinia». L’annuncio arriva da Terna e prova a sgomberare il campo dalle polemiche delle..

Flumeri

Fiumicello - Non solo costicine

Gran successo della sagra di San Costanzo, l'antica sagra ripescata dall'oblio del tempo alcuni anni fa e che da allora vede un gran successo di pubblico con un formidabile comitato..

Campodarsego

Immagini di Flumeri

    Per visualizzare le foto della tua città devi configuare flickrRSS.

Tutte le immagini di Flumeri su Flickr →

Prossimi eventi in città

Locali di Flumeri