Blog di Flumeri.
Fai sentire la tua voce!

Se vuoi scrivere news, notizie, eventi, foto, video, contattaci

Monsignor Sergio Melillo nuovo Vescovo di Ariano – Lacedonia, la nomina da Papa Francesco

Monsignor Sergio Melillo nuovo Vescovo di Ariano – Lacedonia, la nomina da Papa Francesco
LINK DAL CIRIACO

Arriva la nomina a Vescovo di Ariano Irpino-Lacedonia per il Reverendo Monsignor Sergio Melillo, finora Vicario Generale della diocesi di Avellino. La nomina è giunta questa mattina, quasi del tutto inaspettata, direttamente dal Santo Padre Francesco Bergoglio.

“Con gioia e gratitudine al Signore vi comunichiamo che un presbitero della nostra Chiesa di Avellino, Monsignor Sergio Melillo, vicario generale e parroco della Cattedrale, è stato nominato da Papa Francesco, vescovo della Diocesi di Ariano Irpino – Lacedonia” – a comunicarlo attraverso una nota inoltrata agli organi di stampa è il Vescovo di Avellino Monsignor Francesco Marino.

“É un evento di Grazia – prosegue Monsignor Marino – un segno tangibile della paterna attenzione del Santo Padre alla Chiesa Avellinese, all’Irpinia, alle attese e speranze della nostra gente in questa difficile congiuntura sociale. Esulto con voi fratelli sacerdoti, diaconi, religiosi e fedeli. Il ringraziamento al Signore è frammisto all’emozione per la scelta voluta da Papa Francesco. Sono trascorsi oltre 54 anni da quando un sacerdote del clero diocesano, monsignor Raffaele Pellecchia, veniva chiamato all’episcopato! Siamo vicini al carissimo don Sergio con la preghiera a Cristo Buon Pastore, affinché il suo servizio episcopale sia fecondo. L’annuncio accade oggi alla vigilia di Pentecoste, lo Spirito Santo lo guiderà nel ministero con i suoi doni. È un sacerdote saggio, prudente e preparato”.

“La nomina di Monsignor Melillo – prosegue il Vescovo – evidenzia il valore della sua persona e la bontà del servizio pastorale reso alla Diocesi di Avellino. Abbiamo avuto in questi anni modo di sperimentarne lo spirito di accoglienza e la sua sacerdotale amicizia. Nel manifestare a lui il sincero affetto della Chiesa di Avellino, gli diciamo grazie per il ministero che ha svolto con dedizione.
Viviamo il distacco dal Vicario Generale, da don Sergio, aderendo – toto corde – al progetto di Dio sulla sua persona, in obbedienza alla volontà del Papa: è un dono di un Pastore alla Chiesa sorella di Ariano Irpino – Lacedonia.
Lo affidiamo all’intercessione della Vergine Maria, l’Assunta ai Santi Patroni Modestino, Fiorentino e Flaviano sapendo che questa grazia troverà fertile humus nella sua esperienza di uomo e di prete”.

Il Rev.doMons. Sergio Melillo è nato ad Avellino il 16 novembre 1955. Nel 1983, dopo una breve sosta lavorativa nella pubblica amministrazione, è entrato nel Pontificio Seminario Interregionale Campano di Posillipo (Napoli), dove ha conseguito la Licenza in Teologia Dogmatica (Ecclesiologia).
È stato ordinato Presbitero il 9 settembre 1989, incardinandosi nella diocesi di Avellino.

Dopo l’ordinazione sacerdotale ha svolto i seguenti incarichi più significativi: Parroco di Parolise e di Sarza Irpina (1989-1994); Vicario Urbano di Avellino (1994-2002); Vicedirettore della Caritas diocesana e Responsabile della formazione del volontariato, del servizio civile e dei centri di ascolto, nonché Membro della Commissione Area Internazionale della Caritas Italiana (2000-2005); Docente di Teologia Dogmatica all’Istituto Superiore di Scienze Religiose “San Giuseppe Moscati” di Avellino (dal 1991); Vicario Parrocchiale della Cattedrale (dal 1995 al 2013); Docente di Cultura religiosa all’Università della Terza Età di Avellino (dal 1997); Vicario Generale e Moderatore della Curia (dal 2005). Dal 2013 è Parroco della Cattedrale di Avellino.
Nel 2009 è divenuto Cappellano di Sua Santità.

Inoltre, è membro del Consiglio Presbiterale e del Collegio dei Consultori. Già Assistente Ecclesiastico dell’Azione Cattolica Ragazzi e Direttore del “Bollettino diocesano”, dal 2013 è Assistente Ecclesiastico per gli scout dell’A.G.E.S.C.I. della “Zona Hirpinia”. Per alcuni anni ha insegnato presso il Liceo-Ginnasio “Pietro Colletta” di Avellino ed ha collaborato anche con diverse testate giornalistiche locali.
È autore di alcune pubblicazioni di Storia Ecclesiastica locale e di carattere umanistico, filosofico e letterario.

Flumeri, CON IL MESE DI MAGGIO INIZIANO LE FESTE RELIGIOSE E CIVILI

DA IRPINIA NEWS

FLumeri – Da maggio a settembre 2015, a Flumeri, s’inizia un percorso emozionale legato alle feste religiose e musica sia al centro storico che, per l’occasione si trasformerà in teatro diffuso, sia per le frazioni maggiori del piccolo comune Irpino.
Flumeri un paese, ricco di cultura e tradizioni dove si svolgono nell’arco dell’anno eventi culturali e feste religiose, manifestazioni folkloristiche, come sagre di prodotti tipici e mercatini dove sono presenti molti extracomunitari che, svolgono attività commerciali ambulanti.
Si è iniziato proprio ieri sera, 16 maggio 2015 alla contrada Candelaro con i festeggiamenti, in onore della Madonna di Fatima.
Si è iniziato proprio ieri sera, 16 maggio 2015 alla contrada Candelaro con i festeggiamenti, in onore della Madonna di Fatima. Ai lati della statua dedicata alla Madonna, e a fare da sfondo la vallata dell’Ufita, l’instancabile Parroco di Flumeri , Don Claudio Lettieri, ha officiato la Santa Messa, a cui è seguita la processione per le strade della contrada, alla quale hanno partecipato anche molti bambini.
Al termine della processione c’è stato, uno spettacolo pirotecnico di una nota ditta di Pietragalla (PZ), che ha incantato tutti i presenti.

Giro d’Italia 2015 tra Sannio e Irpinia, ecco percorsi e orari

Giro d’Italia 2015 tra Sannio e Irpinia, ecco percorsi e orari
link


Alle 11:15 scatterà la nona tappa del Giro d’Italia 2015. Partenza da Benevento e arrivo a San Giorgio del Sannio: 215 chilometri con Sannio e Irpinia protagoniste in una frazione di media montagna con un Gran Premio di prima categoria (Colle Molella) e due di seconda (Monte Terminio e Passo Serra).

La cronotabella della nona tappa del Giro d’Italia:
Benevento – San Giorgio del Sannio (215 km)

Provincia di Benevento
BENEVENTO (km 0 – Rotatoria dei Pentri) 11:15
Pietrelcina (ss. 212 var) 11:30
Pesco Sannita (v. Roma – v. Cappella) 11:37
Inn. ss. 212 var (galleria 80 m – ss. 212 var) 11:45
Rot. dei Pentri (v.le Virgilio – v. Princ. Napoli) 11:56
Ponte Vanvitelli (C.so Vittorio Emanuele II – P. Duomo ­­- v. Rummo): 11:59
Benevento (v. d. Puglie – v. Avellino – ss. 88): 12:00

Provincia di Avellino
Staz. di Chianche – Ceppaloni (ss. 88): 12:15
Bv. per Avellino (ss. 88): 12:22
Bv. per Altavilla Irpina (ss. 88): 12:26
Bv. per Grottolella (sp. 101): 12:36
Grottolella (sp. 185): 12:39
Montefredane (sp. 185): 12:43
Bv. per Avellino (v. Arcella – sp. 24): 12:50
Atripalda (P.za Umberto I – sp. 5): 12:55
San Michele di Serino (sp. 109): 13:04
Serino (ss. 574): 13:06
Monte Terminio (ss. 574): 13:56
Montella (v.d. Corso): 14:18
San Francesco (ss. 368): 14:21
Bagnoli Irpino (P.za Di Capua – ss. 368): 14:31
Colle Molella (ss. 368): 14:47
Lago Laceno: 14:50
Serro Tondo: 14:59
Lioni (v. Marconi – v. Roma – ss. 400): 15:17
Svinc. S. Angelo dei Lombardi (ss. 400): 15:24
Svinc. di Torella dei Lombardi (ss. 400): 15:32
Svinc. di Castelfranci (ss. 400): 15:43
Castelvetere sul Calore (n. 2 gallerie 70 m, 140 m – ss. 400): 15:56
Svinc. di San Mango sul Calore (galleria 50 m – ss. 400): 16:02
Svinc. per Montefalcione (galleria 50 m – sp. 39): 16:05
Montefalcione (sp. 61): 16:12
Innesto v. Appia (ss. 7): 16:17
Bv. per Pratola (ss. 371): 16:22
Pratola Serra (C.so Garibaldi – ss. 371 – sp. 55 – sp. 56): 16:24
Passo Serra (sp. 56): 16:38
Dentecane (sp. 50): 16:41

Provincia di Benevento
Innesto via Appia (ss. 7 – v. Tirelli – v. Manzoni): 16:48
SAN GIORGIO DEL SANNIO (viale Spinelli): 16:53

NOTE: il passaggio è calcolato sulla media Km/ora di 38
Traguardo volante: Km 121,4 Bagnoli Irpino – Km 148 Lioni
Rifornimento/Feed Zone: Km 98-101 Monte Terminio – ss. 574
Gran Premi della Montagna:
Km 97,5 Monte Terminio – m. 1240 (2° cat.)
Km 127 Colle Molella – m. 1087 (1° cat.)
Km 203,4 Passo Serra – m 584 (2° cat.)

Festa ad Ariano per l’inaugurazione del quartiere “Martiri”. La città accoglie Letta

Festa ad Ariano per l’inaugurazione del quartiere “Martiri”. La città accoglie Letta
DA canale 58
Festa grande ad Ariano Irpino per l’inaugurazione del quartiere “Martiri”. La città accoglie Gianni Letta, ex Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Assente per l’occasione Stefano Caldoro che invia un messaggio alla popolazione, presenti invece l’ex Ministro e deputato azzurro di lungo corso Gianfranco Rotondi, e il già Senatore e Sottosegretario al Lavoro Pasquale Viespoli

CAMPIONATO DI CALCIO SERIE B -Il Trapani gela il Partenio all’ultimo secondo, ma l’Avellino festeggia i play off

Il Trapani gela il Partenio all’ultimo secondo, ma l’Avellino festeggia i play off
Avellino-Trapani 1-1 10′st Sbaffo (A), 49′st Caldara (T) Festeggiare dopo aver visto sfumare la vittoria all’ultimo secondo. Sembra un paradosso, ma è così. L’Avellino conquista l’accesso ai play off con una giornata di anticipo.

LINK
Serie B, Bologna-Avellino 1-1: a Sbaffo risponde Buchel.
Cambia l’allenatore, cambiano persino le canzoni nel prepartita, ma la sostanza è sempre quella. Il Bologna non va oltre il pareggio nella sfida con l’Avellino, valevole per la quarantesima giornata del campionato di Serie B. Un punto che serve a poco in casa felsinea, considerando che la promozione diretta è ormai un’utopia, mentre per gli uomini di Rastelli il pari permette di restare aggrappati alla zona playoff. A decidere la gara, le reti di Sbaffo e Buchel, e la parata di Frattali, che ha neutralizzato il rigore di Acquafresca nella ripresa.
90+6 All’ultimo secondo, Mancosu ha un’altra chance per decidere l partita, ma vede il proprio tiro ribattuto dalla retroguardia campana. Gavillucci fischia la fine, tra Bologna e Avellino è 1-1.

90+4 Dopo un’azione confusa, la palla arriva a Mancosu, che se la sistema sul sinistro e calcia, trovando pronto Frattali.
90+2 Bologna che in dieci contro undici tenta l’ultimo assalto, Bessa guadagna un corner sulla fascia destra.

90 Il quarto ufficiale Baracani solleva il tabellone luminoso: sono cinque i minuti di recupero in questa ripresa.

87 Scintille tra Zito e Ceccarelli, Gavillucci sanziona con l’espulsione il buffetto rifilato dal terzino bolognese all’esterno irpino.

84 Altra conclusione insidiosa dal limite, stavolta di Krsticic, che chiama Frattali alla presa bassa. Squadre lunghissime, può succedere di tutto in questo finale.

82 Casarini mette i brividi a Frattali! La mezzala bolognese riceve da Bessa e calcia di potenza, la palla sibila alla destra del palo.

80 Masina guadagna una punizione sul lato corto dell’area di rigore, ammonito D’Angelo che lo ha strattonato. Sul pallone va Bessa, la palla si perde sul fondo.

78 Gioco fermo al Dall’Ara: il capitano dell’Avellino, D’Angelo, vittima di crampi, esce dal campo momentaneamente, per ricevere le cure dello staff.

75 Ultimo cambio anche per Delio Rossi: Buchel, che ha accusato un problema muscolare, fa posto a Daniel Bessa.

73 Mancosu e Krsticic provano a combinare sulla trequarti, ma il pallone di ritorno del serbo è troppo lungo e viene coperto agevolmente da Almici in fallo di fondo.

70 Il rigore sbagliato da Acquafresca ha rinfrancato i lupi irpini, che ora si rilanciano in avanti, a caccia del bottino pieno.

67 Arriva anche l’ultima sostituzione nelle fila dell’Avellino: Visconti lascia il campo, a prendere il suo posto è Luca Bittante.

64 Para Frattali! Il numero uno si allunga sulla sua destra e neutralizza il rigore di Acquafresca, mantenendo il risultato in bilico!

63 Rigore per il Bologna! Gavillucci assegna la massima punizione per un fallo di Arini su Acquafresca, che si presenta sul dischetto. Rastelli inserisce Vergara al posto di Fabbro.

62 Ancora Acquafresca! Il centravanti rossoblù anticipa Fabbro sul cross di Ceccarelli, avvitandosi in tuffo, ma il suo colpo di testa termina alla destra della porta difesa da Frattali.

57 Prima sostituzione per Rastelli, che manda in campo Mokulu al posto di Comi, spento e già ammonito. Il Bologna, galvanizzato dalla rete del pareggio, continua a spingere alla ricerca del 2-1.

54 GOAL! PAREGGIA BUCHEL! Il centrocampista austriaco incrocia di testa su un cross dalla destra di Ceccarelli, fissando il risultato sull’1-1 e mandando il pubblico del Dall’Ara in delirio!

52 Terza palla goal nel giro di pochi minuti per un Bologna arrembante: Casarini calcia da fuori costringendo Frattali a una respinta corta, sulla quale Buchel calcia malamente, alzando troppo il pallone.

50 Altra occasione per Acquafresca, che, di testa, non riesce a piazzare, su una punizione calibrata al millimetro da Buchel.

49 Sul ribaltamento di fronte, chance per l’Avellino: Ferrari svirgola, rimettendo il pallone al limite in zona D’Angelo. Il capitano irpino calcia di prima intenzione, senza trovare lo specchio.

48 Che occasione per Acquafresca! Dopo un rimpallo al limite dell’area, la palla finisce sui piedi di Mancosu, che tocca per l’ex di Genoa e Cagliari, il quale, da distanza ravvicinata, spara addosso a Frattali.

46 Confermata la doppia sostituzione nel Bologna: Laribi lascia il posto a Matuzalem, al rientro da un infortunio, Improta fa spazio ad Acquafresca. Sarà Krsticic ad agire alle spalle delle due punte, nella posizione occupata dall’italo-tunisino nel primo tempo.

16:05 Quando l’intervallo volge al termine, si scaldano con particolare intensità Matuzalem e Acquafresca. Possibile, dunque, che la ripresa si apra con una doppia sostituzione.

45+4 Arriva, con qualche secondo d’anticipo, il duplice fischio di Gavillucci, che manda tutti negli spogliatoi per l’intervallo.

45+3 Pericoloso cross dalla sinistra di Masina, la difesa irpina allontana il pericolo in qualche modo.

44 Si andrà avanti fino al 49?, sono quattro i minuti di recupero assegnati dall’arbitro.

42 Si salva incredibilmente l’Avellino! Laribi si incunea nell’area irpina e mette la palla al centro, a porta vuota, ma Ely e Fabbro riescono ad allontanare in qualche modo.

39 Reazione rabbiosa dei padroni di casa, che si lanciano in avanti alla ricerca del pari. Gioco fermo dopo uno scontro tra Masina e D’Angelo, che viene assistito dallo staff medico irpino.

35 GOAL! AVELLINO IN VANTAGGIO CON SBAFFO! Su un cross dalla sinistra di Zito, l’ex di Ascoli e Chievo anticipa Masina, beffando l’incolpevole Da Costa.

31 Primo cartellino della partita: Gavillucci sanziona con il giallo una gomitata di Comi ai danni di Oikonomou.

28 Gioco momentaneamente fermo: Laribi riceve le cure dello staff medico dopo un contrasto aereo con Arini.

26 Uno svarione di Casarini regala il pallone a Castaldo sulla trequarti: il bomber irpino cerca Comi, ma Oikonomou copre il pallone, che termina tra le braccia di Da Costa.

21 Ancora Bologna pericoloso: Casarini tenta un destro da fuori che impegna Frattali, costretto a deviare in calcio d’angolo.

17 Ottimo ripiegamento in fase difensiva di Almici, che ferma senza fallo un’iniziativa personale di Laribi, tra i più attivi in queste fase iniziali di gara.

14 Gavillucci ferma Zito, lanciatosi sulla fascia, per un fallo ai danni di Oikonomou. Proteste da una parte e dall’altra, visto che il fischietto laziale, sull’azione precedente, non aveva sanzionato un intervento di Fabbro su Improta.

12 Che chance per Ely! Il centrale di proprietà del Milan stacca di testa indisturbato, ma, a pochi passi dalla porta rossoblù, impatta male e non centra lo specchio.

9 Buchel anticipa secco Almici e si invola verso la porta di Frattali, cercando il palo più lontano con un sinistro potente: palla a lato di poco.

7 Prima, clamorosa opportunità per i padroni di casa: Improta scarica dietro per Masina, che con un cross rasoterra pesca Laribi, la cui deviazione da pochi passi non trova la porta.

4 Il Bologna prova a proporsi sulla destra, ma Ceccarelli manca sciaguratamente l’aggancio.

1 Inizia la partita! Sono gli ospiti a gestire il primo pallone. Gli uomini premono sin dalle prime battute, guadagnando un calcio di punizione che, battuto da Zito, si perde sul fondo.

14:59 Bologna e Avellino entrano sul terreno di gioco del Dall’Ara al seguito dell’arbitro Gavillucci. Padroni di casa in tenuta classica, con maglia rossoblù e pantaloncini bianchi, lupi in completo verde.

14:55 Giocatori nel tunnel che porta al terreno di gioco, pronti a fare il loro ingresso in campo.

14:48 Le due squadre rientrano negli spogliatoi, a poco più di dieci minuti dall’inizio del match.

14:25 Arrivate le formazioni ufficiali, schieramenti speculari: Rossi preferisce Masina a Morleo, Rastelli sceglie Comi e non Trotta come partner offensivo di Castaldo. Le formazioni complete sono nel tabellino.

TABELLINO

BOLOGNA-AVELLINO 1-1

BOLOGNA (4-3-1-2): Da Costa; Ceccarelli, Oikonomou, Ferrari, Masina; Casarini, Krsticic, Buchel (dal 75? Bessa); Laribi (dal 46? Matuzalem); Mancosu, Improta (dal 46? Acquafresca). A disposizione: Coppola, Mbaye, Morleo, Garics,Troianiello, Cacia. Allenatore: Delio Rossi.

AVELLINO (4-3-1-2): Frattali; Almici, Ely, Fabbro (dal 64? Vergara), Visconti (dal 67? Bittante); Arini, D’Angelo, Zito; Sbaffo; Castaldo, Comi (dal 57? Mokulu). A disposizione: Gomis, Filkor, Regoli, Angeli, Trotta. Allenatore: Massimo Rastelli.

Arbitro: Gavillucci di Latina.

Note: ammoniti Comi, Krsticic, Buchel, Ely, Ferrari, Masina, D’Angelo. Acquafresca sbaglia un rigore al 65?.

Marcatori: Sbaffo al 35?, Buchel al 54?.

14:20 I giocatori del Bologna sono in campo per il riscaldamento: confermata la scelta di Improta come seconda punta, in tandem con Mancosu.

14:10 In attesa delle formazioni ufficiali, prime, clamorose indiscrezioni sulle scelte di Delio Rossi. Daniele Cacia non sarà in campo, al suo posto, ad affiancare Mancosu, ci sarà Improta.

14:00 Buon pomeriggio amici di Voci di Sport e benvenuti alla diretta testuale di Bologna-Avellino, big match della quarantesima giornata di Serie B. Pomeriggio soleggiato e temperatura ideale nel capolouogo emiliano, speriamo anche anche i giocatori siano all’altezza della cornice.

Sono cambiamenti solo se spaventano, cantano i Subsonica. Evidentemente, dopo mesi di voci e ripensamenti, Corvino e Tacopina hanno superato le loro paure, decidendosi a esonerare Lopez dopo la sconfitta di Frosinone, chiamando in panchina l’ex tecnico di Lecce e Lazio, tra le altre. Uno scossone mirato a scaldare l’ambiente, tifosi in primis, in vista del rush finale, che vedrà i felsinei quasi certamente dover passare dai playoff per giocarsi l’accesso alla massima serie. Dall’altra parte, gli irpini, reduci dalla convincente vittoria sul Pescara, cercano conferme, per mantenersi nel lotto delle squadre che accederanno alla postseason, per continuare a sognare nella Serie A.

Sfogliando gli almanacchi, si possono trovare otto precedenti giocati in terra emiliana. L’Avellino, capace di superare i rossoblù nella gara del Partenio, grazie a un goal di Pozzebon, non ha mai vinto al Dall’Ara, mettendo insieme tre pareggi e cinque sconfitte. L’ultimo successo bolognese risale al 2007/2008, un 3-1 firmato Moras, Marazzina e Valiani, con Salgado a segno per gli irpini.

Per quanto riguarda le scelte di formazione dei due allenatori, Delio Rossi deve fare i conti con una vera e propria emergenza in difesa, dove gli squalificati Gastaldello e Maietta saranno sostituiti da Ferrari e Oikonomou. Il giudice sportivo ha fermato per un turno anche Sansone, ed è ballottaggio tra Cacia e Acquafresca per una maglia al fianco di Mancosu. Dall’altra parte, Sbaffo dovrebbe agire da mezzala con compiti spiccatamente offensivi, per supportare il tandem Castaldo-Trotta.LINK

Gli irpini superano gli abruzzesi 3-2 e li raggiungono all’ottavo posto in classifica: decisivo Kone.
La vittoria con il Pescara ha rilanciato l’Avellino che finalmente ha messo fine ad un periodo nero. La mancanza di vittoria ha sicuramente messo molta pressione sul gruppo biancoverde che a fine gara ha festeggiato sotto la Curva Sud. Luigi Castaldo si è recato sotto il settore cardine del tifo irpino e dopo aver detto qualcosa, quasi piangendo, si è allontanato con Zito e Pisacane in particolare che cercavano di calmarlo. I tifosi biancoverdi non hanno preso bene l’atteggiamento di Castaldo e così si è recato sotto la Sud anche Walter Taccone per evitare ulteriori polemiche.

SquadraPt.Carpi75 Frosinone67 Vicenza63 Bologna63 Spezia60 Perugia59 Pescara57 Avellino57 Livorno55 Bari51 Lanciano49 SquadraPt.Catania48 Modena46 Latina46 Trapani46 Pro Vercelli45 Ternana45 Crotone44 Virtus Entella43 Cittadella40 Brescia36 Varese32SquadraPt.Carpi75 Frosinone67 Vicenza63 Bologna63 Spezia60 Perugia59 Pescara57 Avellino57 Livorno55 Bari51 Lanciano49 SquadraPt.Catania48 Modena46 Latina46 Trapani46 Pro Vercelli45 Ternana45 Crotone44 Virtus Entella43 Cittadella40 Brescia36 Varese32

ELEZIONI COMUNALI 2015 I CANDIDATI IN PROVINCIA DI AVELLINO

ELEZIONI COMUNALI 2015 I CANDIDATI IN PROVINCIA DI AVELLINO
LINK

CALITRI
Amministrative, otto i comuni chiamati alle urne. Andretta, Calitri, Castelfranci, Cervinara, Quindici, San Mango sul Calore, Sorbo Serpico e Volturara Irpina rinnovano i consigli comunali.

Poche sorprese dell’ultima ora e cresce l’attesa per le comunali a Cervinara, uno dei comuni più grandi al voto e protagonista di uno degli scontri interni più accesi nel Pd. Sullo sfondo la nuova discesa in campo del sindaco uscente Filuccio Tangredi.

Cresce l’attesa anche per il voto nel Comune di Quindici, dove saranno tre gli sfidanti alla carica di sindaco dopo il passo indietro di ieri da parte di “Democrazia e Progresso” con la capolista Loredana Graziano. In campo, dunque, il sindaco sfiduciato Liberato Santaniello, l’esponente di Forza Italia Edoardo Rubinaccio e il candidato di area Pd Francesco Grasso.

A San Mango sul Calore, la sfida tra due medici Leona Festa e l’assessore uscente Gennaro Uva.

Colpo di scena a Calitri. Tonino Rubinetti e Donato Frasca rinunciano alla candidatura. Lo scenario della campagna elettorale ufficializza le candidature di sole due liste: Michele Di Maio con la compagine “Calitri pulita” e Canio De Rosa con “Centro sinistra- Insieme si può”, che ha promosso una fuga in avanti con l’ufficializzazione di ieri, giovedì 1° maggio.

Sfida a due anche a Sorbo Serpico: da un lato la compagine uscente con il sindaco Rocco Tedesco e dall’altro la squadra quasi tutta al rosa capeggiata da Maria Teresa Fontanella.

Dopo un anno di commissariamento per il mancato raggiungimento del quorum lo scorso anno, Andretta presenta tre liste. Due in realtà, perché una è palesemente “La civetta”, ma è stata ufficializzata per blindare la candidatura di Giuseppe Guglielmo e scongiurare l’ipotesi di non raggiungere il quorum per la seconda volta. Il singolare e atipico caso andrettese ha già catturato la curiosità non solo dell’elettorato cittadino quanto dell’intera provincia.

In campo Camillo Caputo, con la lista “Andretta nel cuore”, e i fratelli Giuseppe e Pasquale Guglielmo. Ci riprova infatti per la seconda volta Giuseppe Guglielmo, espressione dello Scudocrociato, che nella tornata elettorale del 2014 non è riuscito a salire a Palazzo di Città, nonostante fosse l’unico candidato rimasto in competizione.

Tre liste a Volturara. Confermata la corsa al secondo mandato per l’amministrazione uscente guidata da Marino Sarno, che ha ufficializzato la lista “Il Sole-Uniti per Volturara”, che ha rinnovato la compagine proponendo figure femminili pronte ad arricchire il patrimonio di competenze da mettere a disposizione della comunità. In qualità di competitors scende in campo l’ex sindaco Edmondo Marra, rappresentate della lista “La sveglia”. Ma la vera novità è rappresentata dalla candidatura di un gruppo di giovani guidati da Antonio Di Feo, che tenterà di imporsi sulla scena per chiedere il consenso dell’elettorato cittadino.

Il sindaco uscente Generoso Cresta conferma la sua candidatura e celebra di fatto la seconda elezione per il prossimo quinquennio. Contro di lui una lista civetta, deputata a consentire all’amministrazione uscente di confermare il secondo mandato.

Sfumate le candidature di Soccorso Pullo e Enrico Tecce, che fino all’ultimo si sono confrontati per raggiungere un accordo e tentare di sottrarre la guida del paese all’amministrazione uscente. Delusa una parte dell’elettorato, certa di poter assistere al miglior carteggio propagandistico dell’anno, e di poter confrontare intenzioni e programmi.

Simonetta Ieppariello

CALITRI

Lista numero 1. “Centro sinistra-Insieme si può” candidato sindaco Canio De Rosa

In lista:

Maria Margherita Cappiello

Vincenza Capua

Antonio Cicoira

Maddalena Codella

Daniele Cubelli

Antonio Vito Di Maio

Giuseppe Fiordellisi

Giuseppe Galgano

Michele Metallo

Lina Nazzarena Romano

Roberto Salvante

Antonio Zabatta

Lista numero due: “Calitri Pulita”, candidato sindaco Michele Di Maio.

Gerardo Metallo

Valerio De Nicola

Michele Fiordellisi

Vito Fierravanti

Giuseppe Rosanìa

Giuseppe Galgano

Michele Sansone

Luigi De Nicola

Angelo Caruso

Emilia Accardo

Lucia Cestone

Antonietta Abate

ANDRETTA

Andretta: tre candidati alla carica di sindaco

Camillo Caputo, Pasquale Guglielmo e Giuseppe Gugliemo in corsa alla fascia tricolore

ANDRETTA NEL CUORE

Candidato sindaco: Camillo Francesco Antonio Caputo

Domenico Antonio Caruso
Michele Miele
Pasqualino Miele
Domenico Morano
Michele Tedesco
Nicki Guglielmo
Gaetano Cianciulli
Luciano Di Paola
Luigi Scanzano

LA SVOLTA

Candidato sindaco: Giuseppe Gugliemo

Maria Angela Katiusca Cocella
Michele Guglielmo
Pasquale Guglielmo
Dino Magnotta
Michele Miele
Rocco Miele
Adriano Pennetta
Romano Strazza
Fabrizio Tedesco
Angelo Tenore

LA CIVETTA

Candidato sindaco: Pasquale Gugliemo

Nicola Guglielmo
Antonio Guglielmo
Nicola Strazza
Gabriella Pennella
Domenico Miele
Antonio Miele
Giovanni Tedesco

CERVINARA

Lista “Movimento bene comune”

Candidato sindaco: Vincenzo Iuliano

Michele Florimo, Domenico Girardi, Christian Cambareri, Nicola Servodio, Tommaso Bello, Massimo Marra, Pierpaolo Porcelli, Antonio Carlos Mainolfi, Gerarda Romano, Rita Lanzillo, Giuseppina Cillo, Veronica Spiotta.

Lista “Cervinara nel cuore”

candidato sindaco: Filuccio Tangredi

Caterina Lengua, Giovanni Bizzarro, Anna Marro, Paola Pallotta, Raffaella Cioffi, Luigi Romano, Pellegrino Casale, Antonio Mastantuoni, Carmelo Todino, Francesco Vaccariello, Mario Criscuoli.

QUINDICI

Lista “Unione Quindicese libera e democratica

candidato sindaco: Eduardo Rubinaccio

Ermelindo Cava,

Nunzio Falco,

Claudio Ferrentino,

Immacolata Fusco,

Giuseppe Napolitano,

Sebastiano Russo,

Carmine Santaniello,

Francesco Santaniello,

Adriano Selvestrini,

Guerino Vivenzio.

Lista “Insieme per Quindici”

candidato Sindaco: Liberato Santaniello

Venanzio Bortone,

Giuseppe Carbone,

Filomena Ferrara,

Massimo Grasso,

Roberto Grasso,

Salvatore Grasso,

Fiorentino Rega,

Rosa Santaniello,

Claudio Vivenzio,

Sabato Vivenzio.

Lista “Orgoglio Quindicese”

Candidato Sindaco: Francesco Grasso

Andrea Callendo,

Antonio Cappiello,

Amedeo Fabi,

Francesco Antonio Ferrara,

Gaetano Grasso,

Maria Grazia Graziano,

Bruno Manzi,

Salvatore Santaniello,

Giuseppina Scibelli,

Francesco Sepe.

SORBO SERPICO:

Lista “Sorbo Rinasce”

candidato a sindaco: Umberto Sarno

Nunzio Capaldo,

Pasqualina Candela,

Rosalba Cimirro,

Giuseppe De Pascale,

Silvestro Fiore,

Cinzia Fusco,

Angelo Meola,

Carmine Panarella.

Lista “Insieme per Sorbo Serpico”

Candidato a sindaco: Maria Teresa Fontanella
Lucio Candela,

Clelia Cipolletta,

Martina De Pascale,

Filomena Dionisio,

Matteo Esposito,

Milena Savino,

Gerardo Picone,

Vito Fontanella,

Luigi Fortunato,

Enrichetta Panarella.

CASTELFRANCI

LA SVOLTA CONTINUA

Candidato a sindaco: Generoso Cresta

Giuseppina Perillo

Antonio Pietro Dalma

Vincenzo Gambale

Generoso Tecce

Vincenzo Schiavone

Giovanni Boccella

Angelo Maiorano

Antonio Giuliano

INSIEME PER CRESCERE

Candidato a sindaco: Antonio Storti

Soccorso Boccella

Francesco Raffaele

Carla Storti

Raffaello Cresta

Luigi Cresta

Michele Storti

Antonio Palmieri

SAN MANGO

UNITI PER SAN MANGO

Candidato sindaco: Gennaro Uva

Teodoro Boccuzzi

Mariangela Catino

Canzio Coppola

Carlo Martino

Salvatore Moccia

Giuseppe Palmariello

Teodoro Sibilia

Teodoro Villacci

SAN MANGO E TU

Candidato sindaco: Leona Festa

Daniele Boccuzzi

Duilia Coppola

Amalia D’Angelis

Giuseppe Di Nardo

Paola Molettieri

Danilo Palermo

Salvatore Prizio

VOLTURARA IRPINA

UNITI PER VOLTURARA

Candidato sindaco: Marino Sarno

Emilio Del Percio
Ferdinando Giovanni Di Meo
Genuino Di Meo
Luigi Di Meo
Vittorio Feo
Gianluca Gallo
Daniela Marra
Mario Francesco Marra
Alfonsina Marino
Luca Monzione
Catia Pasquale
Giovanni Risoli

LA SVEGLIA 2.0

Candidato sindaco: Edmondo Marra

Giuseppe Di Meo
Angelo Cristofano
Ernesto Dell’Angelo
Teresa Del Viscovo Miccichè
Salvatore De Stefano
Antonio Cesa
Carmine Marino
Orietta Preta
Barbara Rinaldi
Antonio Marino

ALLEATI PER CAMBIARE

Candidato sindaco: Antonio Di Feo

Giancarlo Cristofano
Enrico De Meo
Eugenio Imperiale
Fabrizio Monzione
Sonia Manganaro
Lucia Pasquale
Salvatore Marra
Gregory Monzione
Mirko Di Meo

CICLISMO IL 17 MAGGIO IL GIRO D’ITALIA ATTRAVERSERA’ L’IRPINIA

CICLISMO IL 17 MAGGIO IL GIRO D’ITALIA ATTRAVERSERA’ L’IRPINIA
LINK


La nona tappa, da Benevento a San Giorgio del Sannio attraversa il territorio della provincia di Avellino, regalando percorsi e salite, curve e tornanti mozzafiato e particolarmente avvincenti da un punto di vista agonistico.

La prima settimana di Giro d’Italia, dunque, si conclude con una bella tappa di media montagna tutta in Campania. E’ il punto più a sud della corsa rosa la Benevento San Giorgio del Sannio, prima del giorno di riposo che porterà i corridori verso la ripartenza da Civitanova Marche. Con tre Gpm ma soprattutto pochissima pianura si preannuncia una tappa battagliata e impegnativa che potrebbe portare a qualche sorpresa.

Il passaggio Serpentone. Ben 163 chilometri, sui 215 complessivi, infatti, si snoderanno lungo le strade dell’Irpinia, con 18 comuni che saranno interessati dal passaggio del serpentone rosa: Chianche, Altavilla, Grottolella, Montefredane, Atripalda, San Michele di Serino, Serino, Montella, Bagnoli Irpino, Lioni, Sant’Angelo dei Lombardi, Torella dei Lombardi, Castelfranci, Castelvetere sul Calore, San Mango sul Calore, Montefalcione, Pratola Serra e Dentecane.

Due i traguardi volanti, a Bagnoli Irpino e Lioni, e tre Gran Premi della Montagna caratterizzeranno la nona tappa della novantottesima edizione del Giro d’Italia, con le alture dell’Irpinia che, ancora una volta , metteranno a dura prova le gambe e la resistenza dei ciclisti.

Il primo Gran Premio della Montagna è previsto in cima al Monte Terminio, a quota 1200 metri, dopo un’ascesa di 20 chilometri che comincerà a Sala di Serino, con un dislivello di 833 metri ed una pendenza media superiore al 4%, con picchi del 9%.

Il secondo Gpm è posto, invece, a quota 1087 del Colle Molella, nel suggestivo scenario dell’Altopiano del Laceno.

Una salita di circa 10 chilometri che prenderà il via dal Santuario di San Francesco a Folloni, nel territorio di Montella, per proseguire lungo i tornanti che collegano al Lago Laceno, con pendenze fino al 12%.

Il terzo Gran Premio della Montagna, è pozizionato a 584 metri a Passo Serra, ultimo sforzo prima di scendere verso Dentecane e abbandonare, poi, la provincia di Avellino per dirigersi verso il traguardo di San Giorgio del Sannio.

La vetrina, le due province. Una bella vetrina tra partenze e arrivi per le due province. Le telecamere della Rai come ogni anno sapranno appassionare tutti con la corsa, la competizione ma anche con le riprese poetiche e panoramiche delle bellezze di tutti i territori attraversati.

Negli scorsi anni in Irpinia ci sono stati tanti arrivi e partenze che hanno visti protagonisti Mercogliano, il Santuario di Montevergine, l’Altopiano del Laceno e Avellino.

La storia: Il Giro giunge al Laceno per la terza volta, prima del 1998 fu nel 1976, con il successo del belga Roger De Vlaeminck, il “gitano di Eeklo”, nella giornata che consegnò la maglia rosa a Felice Gimondi.

Elezioni regionali Campania 2015 tutte le liste ed i candidati dell’irpinia

lezioni regionali Campania 2015 tutte le liste ed i candidati dell’irpinia
link da OTTOPAGINE

Stefano Caldoro presidente:

Lista Nuovo Centrodestra – Campania Popolare: Angelina Aldorasi, Generoso Cusano, Pietro Foglia, Monica Spiezia

Lista Forza Italia: Giuseppe Galasso, Marika Grande, Franco Di Cecilia, Ines Fruncillo

Lista Fratelli d’Italia: Ettore De Conciliis, Carmela Diana, Genoveffa Pizza, Orazio Sorece

Lista Caldoro – Presidente: Marilena Vivolo, Ettore Zecchino, Sergio Nappi, Antonia Ruggiero

Lista Popolari per l’Italia: Giuseppe Antonio Solimine, Ramola Carla, Luigi Manganiello, Elisa Candela

Lista Noi Sud: Antonio Aufiero, Saverio Russo, Annamaria Vecchione

Vincenzo De Luca presidente:

Partito Democratico: Enzo De Luca, Rosetta D’Amelio, Beniamino Palmieri, Roberta Santaniello

Lista per De Luca Presidente: Carlo Iannace, Annarita Colantuono, Francesco Todisco, Sandra D’Ambrosio

Lista Campania Libera: Giuseppe Vetrano, Vincenza Luciano, Francesco De Giovanni, Michelina Monaco

Lista Insorgenza Civile: Antonio Zullo, Valentina Musto, Nicola Muccio

Lista Verdi – Davvero: Gianluca Festa, Pellegrino Palmieri

Centro Democratico – Scelta Civica: Serafina Trofa, Rossella Fierro, Enzo Alaia, Antonio Buono

Udc – Area Popolare: Maurizio Petracca, Raffaele Lanni, Maria Rosaria Lepore

Lista Campania in Rete: Arturo Iannaccone, Pasquale Anzalone, Annamaria Iandiorio, Rosa Caccese

Partito Socialista Italiano: Agata Tarantino, Arturo Iaione, Beniamino Del Regno, Irene Mascioli

Italia dei Valori: Carmine Peluso, Angelo Di Pietro, Chiara Mercolino, Antonella Lanza
Salvatore Vozza presidente:

Sinistra al Lavoro per la Campania: Raffaele Aurisicchio, Roberto De Filippis, Anna De Luca, Carmen Ricci

Valeria Ciarambino presidente:

Lista Movimento Cinque Stelle beppegrillo.it: Luca Carosella, Vincenzo Ciampi, Tiziana Guidi, Maria Pallini

Marco Esposito presidente:

MO! Lista civica per la Campania: Luciana Cerreta, Luigi Coppola, Roberto Natale, Annamaria Pisapia

A SALERNO
Caldoro Presidente

Nella lista che fa capo al governatore uscente, Stefano Caldoro sono presenti: Citarella Maria, D’arco Mariateresa, Morello Claudia, Baldi Giovanni, Barra Gennaro, Fasolino Antonio, Fortunato Giovanni, Capuano Marina, Zara Ferdinando.

Forza Italia

Nella lista di Forza Italia, che appoggia Stefano Caldoro ci sono: Paolino Monica, Ciccone Lello, Esposito Maria Rosaria, Di Brizzi Valentino, Opramolla Antonio, Casarella Michele, D’antuono Francesco, Casciello Luigi (detto Gigi), Senatore Sonia.

Fratelli d’Italia

Fratelli d’Italia che appoggia Stefano Caldoro schiera: Arena Salvatore, Carpentieri Nunzio, Cetrangolo Maria, Esposito Giuseppina (detta Pina), Gambino Alberico, Matrone Angelo, Pagano Carmine, Stasi Pietro Damiano (detto Di Stasi ), Vietri Maria Immacolata (detta Imma).

Lista Mai più terra dei fuochi

Nella Lista Mai più terra dei fuochi a sostegno del candidato Governatore Caldoro troviamo: Ferrillo Angelo, Pirone Loredana, Forlano Francesco, Sgroi Giovanni, Rega Adelaide, Guadagno Carmine.

Popolari per l’Italia

Questa la lista di Popolari per l’Italia a sostegno di Stefano Caldoro: Pasca Vincenzo, Plaitano Francesco, Pannullo Rosita, Massotti Maria, Celano Maria Rosaria, Capaccio Gerardino, Mirarchi Pasquale (detto Nerone), Ventre Gaetano, Viscardi Raffaele.

Centro democratico

Il Centro Democratico che sostiene Vincenzo De Luca ha scelto questi nomi: Amato Emilia, Carbone Rosario, Sabatino Ausilia, Palo Giuseppe, Galasso Maria, Landi Demetrio, Ianniello Antonella, Turco Francesco, Giordano Bruno.

Campania Libera

Campania Libera che sostiene De Luca candidato Presidente propone: Coscioni Enrico, Aniello (detto Nello) Fiore, Geminiano Mancusi, Martino Di Rosario, Eros Lamaida, Maurizio Caronna, Mariarosaria Vitiello, Monica Bisogno, Marina Cerrone.

De Luca Presidente

Nella lista De Luca Presidente di sostegno a Vincenzo De Luca ci sono: Cascone Luca, Barbirotti Dario, Borriello Valentina, Filosa Annamaria, Manzo Giuseppe, Pessolano Donato, Salimbene Antonio. Tramontano Antonella, Volpe Andrea.

Partito Democratico

Il Pd che sosiene De Luca ha presentato la lista completata sul filo di lana. Ecco i nomi Donato Pica, Silvia Pisapia, Franco Picarone, Italo Lullo, Tommaso Amabile, Gina Fusco, Anna Petrone , Federico Conte, Pietro Ciotti.

Italia dei Valori

L’Itala dei Valori si schiera al fianco di Vincenzo De Luca, con questi i candidati: Fiorillo Antonio, Auletta Olinda, De Marino Espedito, Genovese Sabatina, Milone Antonio, Pizza Roberta, Procida Giuseppe, Vespoli Maria, Vicidomini Giuseppina Anna (detta Giusianna).

Psi

I socialisti sostengono Vincenzo De Luca, con questa la lista: Cammarano Maria, Cesareo Maria Rosaria, Fusco Rossella, Gallo Vincenzo, Giordano Luigi, Iuliano Giovanni, Maraio Vincenzo (detto Enzo), Mucciolo Pasquale, Pascale Raffaele.

Sinistra al Lavoro

Con Salvatore Vozza, candidato alla poltrona di governatore della Campania, si è schierata la sinistra. La lista è composta da: Marino Loredana, Lanocita Francesco (detto Franco Massimo), Casciello Raffaella, Botta Vladimiro, Del Pizzo Valentina, De Luca Roberto, Masci Raffaele, Rosania Gerardo, Tortora Irma (detta Irene).

Mo! Lista civica Campania

La lista civica sostiene il candidato presidente Mario Esposito. Ecco i candidati: Procaccini Angela, Alfano Graziella, Azzato Raffaele, Calce Antonio, Cretella Luigi, Di Giuseppe Margherita, Ferrara Valeria, Imbriaco Benito, Pagano Rosario.

Movimento Cinque Stelle

La lista presentata dai grillini con Valeria Ciarambino candidata alla presidenza. Ecco i nomi dei candidati consiglieri: Cammarano Michele, Buonadonna Giuseppe, Bilotti Anna, Avallone Vito, Adelizzi Cosimo, Grieco Laura, Farina Enrico, Caccamo Consolato Natalino, Gaudiano Felicia.

Forza Nuova

Per Forza Nuova, il candidato presidente è Michele Giliberti e la lista è formata da: Nigro Giacomo, Frungillo Fanny, Mazziotti Giuseppe, Romano Gerardo, Romano Cosimo, Cipullo Giovanni, Rispoli Daniela, Fortunato Giuseppe.
LINK

Dopo aver sbaragliato la concorrenza alle primarie democratiche, Vincenzo De Luca correrà verso lo scranno più alto di Palazzo Santa Lucia con 10 liste, una di queste porta la firma di Ciriaco De Mita. È la sorpresa di queste elezioni 2015: non riuscendo a concretizzare l’intesa con il governatore uscente Stefano Caldoro, avendo avuto delle divergenze sulla candidatura di Pasquale Sommese, attuale assessore regionale alla cultura, il sindaco di Nusco si è avvicinato al Pd e a De Luca. La prova per l’Udc è affidata al segretario irpino Maurizio Petracca, l’ex assessore provinciale Raffaele Lanni, Maria Rosaria Lepore e Carmela Roberto, una giovane arianese che ha fatto il suo esordio alle scorse comunali del Tricolle con il candidato sindaco Michele Caso.
Chiusa la parentesi UDC, si apre il teatrino democratico perché nella lista del partito ci sono la già consigliera regionale Rosetta D’Amelio, la presidente provinciale del Partito Democratico Irpino Roberta Santaniello, Enzo De Luca dopo esser stato senatore della Repubblica, e il sindaco di Montemarano Beniamino Palmieri, sostenuto da Big Bang Irpinia. Sembrava che fuori fosse rimasto Francesco Todisco invece il suo nome spunta nella Lista per De Luca Presidente, insieme all’oncologo Carlo Iannace, Annarita Colantuono e Sandra D’Ambrosio. In rottura con il gruppo dirigente del PD irpino anche Gianluca Festa che è presente nella Lista Verdi – Davvero, con lui un ex componente dei democratici irpini Pellegrino Palmieri, poi Mariagrazia Iannaccone, Sofia Buono. A sostegno di Vincenzo De Luca un altro arianese, mentre per le quote rosa spuntano Mirabella e Montecalvo: in ordine c’è l’ex assessore comunale del Tricolle Carmine Peluso che corre con l’Italia dei Valori insieme a Carmine Peluso, Angelo Di Pietro, Chiara Mercolino, Antonella Lanza; l’avvocatessa eclanese Irene Masciola è la candidata del Partito Socialista Italiano con Agata Tarantino, Arturo Iaione, e Beniamino Del Regno; Montecalvo è rappresentato dall’ex componente della giunta Pizzillo, Rosa Caccese che figura nella lista Campania in Rete in corsa con Arturo Iannaccone, parlamentare ed ora consigliere avellinese, Pasquale Anzalone, Annamaria Iandiorio. Continuando, ufficializzata la lista Campania Libera con l’ex sindaco di Montoro Superiore Francesco De Giovanni, il socialista di lunga data Giuseppe Vetrano, Vincenza Luciano, Michelina Monaco. Per Insorgenza Civile, aspiranti consiglieri regionali sono Antonio Zullo, Valentina Musto, Nicola Muccio. Per Centro Democratico – Scelta Civica c’è Enzo Alaia, presidente dello scorso consiglio provinciale, Antonio Buono, Serafina Trofa, Tiziana Fierro.
Dopo il mancato accordo con il Pd, un altro candidato a guidare la Regione nell’area della Sinistra è Salvatore Vozza sostenuto da una lista espressione non solo di soggetti partitici ma anche di associazioni e forze della società civile, dal nome “Sinistra al lavoro per la Campania”. A rappresentarla per l’Irpinia c’è il segretaro provinciale di Sel Raffaele Aurisicchio, il rappresentante dei NO TRIV di Villamaina Roberto De Filippis, e poi l’operaia della Ferrero Anna De Luca e l’insegnante precaria Carmen Ricci.
da canale 58 link

Ncd, volano stracci: «Candidature decise senza confronto» link

Quella che doveva essere Area Popolare è attualmente nel Sannio un’area di forte fibrillazione. Dopo le note polemiche in casa Udc, che addirittura hanno portato alla non consegna di una lista elettorale in vista delle regionali, arriva una nota di forte dissenso da parte dello stato maggiore del Nuovo Centro Destra, per le scelte fatte dal partito.

In una nota, firmata da Luigi Barone, membro della direzione nazionale e del coordinamento provinciale, Gianvito Bello, responsabile organizzativo del partito, Domenico Parisi, coordinatore regionale dei giovani Ncd e membro del coordinamento provinciale, Vincenzo Sangregorio, membro del coordinamento provinciale Ncd, Teresa Ciarlo, membro del coordinamento provinciale Ncd, vengono aspramente criticati i vertici del partito.

«Il coordinamento provinciale Ncd aveva già da qualche tempo annunciato il dissenso del partito sannita rispetto a scelte di candidature che fossero calate dall’alto senza previo confronto con il territorio, con gli iscritti, con i circoli e con gli amministratori.Ciò rappresentava soprattutto un monito per evitare che tali scelte potessero produrre lacerazioni nel partito, in un difficile momento in modo particolare per i rappresentanti istituzionali nazionali del territorio».

Nel mirino c’è Fernando Errico: «Purtroppo oggi rimane l’amarezza che, nonostante tutti i tentativi posti in essere, si siano volute imporre a ogni costo candidature, in un caso, di persone che non hanno quasi mai frequentato le riunioni del partito e senza un minimo di confronto territoriale. Chi ha voluto ciò si prenderà la responsabilità della spaccatura all’interno del partito e del risultato elettorale che da qui ad un mese tutti potranno vedere».

E ancora: «La convinzione della maggioranza del coordinamento provinciale (i firmatari) è che sia in corso, all’interno del partito, una lotta e uno scontro politico nazionale e regionale che poco ha a che vedere con l’appuntamento elettorale e con le aspettative di un partito. Partito che negli ultimi 2 anni ha posto in essere una serie di iniziative politiche, programmatiche e territoriali, consolidando un gruppo che difficilmente si farà escludere da sterili decisioni autocrate determinate da chi ragiona ancora senza porre il territorio al centro della politica.

Pertanto chiediamo un urgente incontro con il coordinatore regionale Gioacchino Alfano , con il coordinatore nazionale Gaetano Quagliariello e con il presidente nazionale Angelino Alfano al fine di ottenere spiegazioni su tali comportamenti e per comunicare il forte dissenso rispetto alla scelta delle candidature che avrà inevitabili ripercussioni nella campagna elettorale».

Sette liste con Caldoro: dentro gli arianesi Cusano, Zecchino, Grande
link

Il dado è tratto, dopo settimane di tensione, i nomi dei candidati alle prossime elezioni regionali sono nero su bianco. Si apre ufficialmente la campagna elettorale. Sei i candidati alla presidenza: Stefano Caldoro per il centrodestra, Vincenzo De Luca per il centrosinistra, Salvatore Vozza per la Sinistra, Valeria Ciarambino per i Cinque Stelle, Marco Esposito per la lista ‘’Mo’’ e Michele Gilberti per Forza Nuova. Sono sette le compagini in campo al fianco del governatore uscente.
In Irpinia Forza Italia schiera l’ex sindaco di Avellino Giusppe Galasso, e l’ex primo cittadino di Sturno Franco Di Cecilia. Per le quote rosa dentro Ines Fruncillo, fedelissima di Sibilia, e l’avvocato arianese Marica Grande. Lotta dura per le preferenza all’interno della lista Caldoro Presidente. In corsa gli uscenti Sergio Nappi, Ettore Zecchino e Antonia Ruggiero. L’altra quota rosa e Marilena Vivolo, vicesindaco di Bagnoli.
Per dare manforte a Caldoro, Fratelli d’Italia schiera Ettore De Conciliis, Carmela Diana, Genoeffa Pizza e Orazio Sorece.
Poi c’è il Nuovo Centrodestra- Campania popolare, che dopo aver perso per strada l’Udc, passato nottetempo con De Luca, candida Pietro Foglia, presidente del consiglio regionale, l’arianese Generoso Cusano, che dopo cinque anni ci riprova, il consigliere comunale Monica Spiezia, fino a ieri data in Forza Italia, e Angelina Aldorasi.
Punta su due sindaci Noi Sud: Antonio Aurifero, che rifiutato da Forza Italia trova spazio nella lista meridionalista, e il sindaco di Roccabascerana Saverio Russo.
E ancora, sempre in appoggio a Caldoro ecco i Popolari per l’Italia, formazione nata da una scissione interna ai centristi:
Ai blocchi di partenza Giuseppe Antonio Solimine, già sindaco di Trevico e presidente di Comunità Montana. Con lui Luigi Manganiello, Carla Ramola, Elisa Candela.
Né con Caldoro né con De Luca, ci sono i Cinque Stelle scelti con le primarie on-line già da settimane. E cioè: Vincenzo Ciampi, Maria Pallini, Tiziana Guidi, già candidata a sindaco di Avellino, e Luca Carosella.
Fuori dal coro, anche la Lista civica canapina ‘’Mo’’ che alla presidenza candida il giornalista Marco Esposito, e al consiglio, per l’irpinia Luciana Cerreta, Luigi Natale Roberto Natale, Annamaria Pisapia
Infine c’è Forza Nuova con il candidato presidente Michele Antonio Giliberti e gli aspiranti consiglieri Ivano Manno Walter Nittoli, Fanny Frongillo Raffaella Barbaria.

“Terre dell’Ufita” all’Expo, lunedì conferenza stampa di presentazione

“Terre dell’Ufita” all’Expo, lunedì conferenza stampa di presentazione
Lunedì 04 maggio 2015 ore 19,00, nella sede dell’Unione, è convocata la conferenza stampa per presentare la partecipazione dell’Unione dei Comuni “Terre dell’Ufita” all’Expo Milano 2015, attraverso l’iniziativa “Le Valli del Ben Vivere”, passeggiata del gusto tra Bonito, Flumeri, Frigento, Gesualdo, Grottaminarda, Melito Irpino Sturno e Villamaina.
Saranno presenti per l’Unione il Presidente Angelo Cobino, il vice Presidente Giuseppe De Pasquale, gli assessori: Angelo Antonio Lanza; l’On Luigi Famiglietti; Domenico Forgione; Michele Spinazzola; Aurelio Cangero; Stefania Di Cicilia.
LINK

Lista Pd, notte decisiva: a Roma l’ultima parola, tra Palmieri e Todisco

LINK
Un’altra giornata di passione mentre il countdown si avvicina pericolosamente allo zero. Nel Pd manca ancora, allo stato, l’ufficialità dei quattro candidati alle prossime regionali. Il groviglio sembra inestricabile e sull’asse Napoli-Roma si continua a trattare cercando di trovare un equilibrio allo stato impossibile. Tutto è in divenire e quello che è vero oggi potrebbe essere stravolto nel breve volgere di qualche ora, finanche le (poche) certezze al momento esistenti come la firma sull’accettazione della candidatura da parte di Enzo De Luca, Rosetta D’Amelio e Roberta Santaniello. Manca il quarto nome per il quale sono in lizza Beniamino Palmieri (che ha comunque firmato anche lui), presidente dell’associazione Big Bang Irpinia, sponsorizzato dal parlamentare renziano Luigi Famiglietti e Francesco Todisco, esponente della sinistra interna, coordinatore dell’area “Un senso alla nostra storia”, sostenuto dalla deputata Valentina Paris, responsabile Enti Locali del Pd nazionale. Uno dei due rimarrà, suo malgrado, fuori dal quartetto che rappresenterà il Pd nella campagna elettorale. Tutto può ancora accadere, dicevamo, e forse una soluzione definitiva sarà presa soltanto nella mattinata di oggi. In ogni caso la vicenda restituisce l’estrema difficoltà nella quale il partito si è trovato per comporre le liste e questo non soltanto ad Avellino, come dimostrano le vicende di Caserta e Salerno, ma che, per stare alle vicende di casa nostra, conferma la divisione tra i due deputati. La quaterna di nomi uscita dalla tumultuosa assemblea di venerdì scorso, è stata integrata dai livelli regionali con l’aggiunta dei nomi di Lengua e Todisco. Ma l’apposita commissione regionale non è riuscita a trovare un accordo unitario ed ha demandato alla segreteria nazionale, con nota scritta, la soluzione della vicenda. Tutto, dunque, è nelle mani dei livelli nazionali dai quali non trapela alcuna certezza. I quattro candidati hanno firmato tutti, ma la decisione finale arriverà da Roma, il che vuol dire che la trattativa è ancora aperta. L’inner circle renziano è convinto che la quaterna proposta dall’assemblea irpina, convinzione diversa, invece, hanno gli esponenti della sinistra vicini a Todisco. Non c’è più molto tempo ed entro la mattinata di oggi tutto sarà ufficiale. Sapremo cioè se sarà confermata la proposta di lista approvata venerdi scorso (con la quale si tiene fuori la sinistra del partito) oppure se quella quaterna verrà modificata (con il sacrificio del renzianissimo Palmieri). Dopo sarà campagna elettorale ma ciò non vorrà dire che la vicenda verrà archiviata. Ad urne chiuse se ne riparlerà. E stavolta in chiave assolutamente irpina.


ALBAIRATE - PARTE IL PEDIBUS CON 40 ALUNNI

È un esempio concreto di progetto educativo alla mobilità sostenibile. Sono 40 i bambini della scuola primaria di Albairate che hanno..

Albairate

Il Papavero Giallo il mistero arcaico del rito delle Tarantate

Ancora una volta mi soffermo sulla cappella privata di palazzo Tondi-Vignola, la " Mecca dei Tarantati ", costruita nel 1795 insieme..

Galatina

Elezioni regionali in tumulto...

Battute finali sulle elezioni Regionali del 31 di maggio che segneranno un’ulteriore colpo inferto alle mura toscane poste a difesa del fortilizio di una terra “rossa” per eccellenza. Sembra quasi di..

Cetona

Monsignor Sergio Melillo nuovo Vescovo di Ariano - Lacedonia, la nomina da Papa Francesco

Monsignor Sergio Melillo nuovo Vescovo di Ariano - Lacedonia, la nomina da Papa Francesco LINK DAL CIRIACO Arriva la nomina a Vescovo..

Flumeri

Una finestra sulla storia locale: l’Avvocato e Cavaliere Giovanni Tuorto (1929 – 2005)

Somma Vesuviana. Ricordare l’avvocato Giovanni Tuorto significa non soltanto richiamare alla memoria la vita di un uomo di notevolissimo valore intellettuale..

Somma Vesuviana

C'era una volta un Cinema, e tanti alberi...

Adesso, ora, a Cesenatico va in scena una piece che solo qualche anno fa fu possibile fermare, grazie a cittadin* che feceero scudo con i propri corpi alle MOTOSEGHE! Sì, di..

Cesenatico

Murlo: artisti e scrittori insieme alla Festa in Collina

Grande successo e grande partecipazione all'iniziativa " Adotta un Pittore " organizzata dall'’Associazione Artisti Liberi Indipendenti Val di Merse , in..

Murlo

Aversa:scandalo standard comunali tra immobilismo e incapacità dell'amministrazione.

Aversa 09/05/2015 Lo scandalo degli standard comunali occupati abusivamente è un problema vecchio di 30 anni e il Comitato Strisce Blu lo aveva denunciato più volte, ma l'amministrazione ha sempre fatto..

Aversa

Gli spari sopra

Un padre spara ad una figlia e si suicida. I giornali incautamente sparano non pallottole ma ipotesi che possono fare altri danni: era diversa, era omosessuale, era malata senza neppure..

Campodarsego

Immagini di Flumeri

    Per visualizzare le foto della tua città devi configuare flickrRSS.

Tutte le immagini di Flumeri su Flickr →

Prossimi eventi in città

Locali di Flumeri